Visualizzazioni totali

martedì 10 novembre 2015

dei benefici di una corsa

il bello di correre è che si tratta di una esperienza assolutamente relativa. come ogni cosa della vita peraltro. voglio dire, tu sei un atleta che gareggia per i 10.000 alle olimpiadi ma fai 29' e 11". di sicuro arrivi tra gli ultimi nelle batterie di qualificazione. un comune mortale neanche in dieci anni potrebbe avvicinarsi a meno di dieci minuti da una prestazione del genere. ma quell'atleta tornerà a casa sentendosi una merda totale. avete letto che ho fatto un paio di uscite poco soddisfacenti. e che ieri sera mi ero ripromesso di recuperare il giorno dopo ciò che non si era fatto. ora, alla mia età esistono i tempi di recupero. esistono i mille dolori che ahimè mi sono tornati. uscire a correre neanche 24 ore dopo non è esattamente consigliabile. me ne sono fregato. sono uscito dall'ufficio come se fossi un impiegato che va in pensione tra 20 giorni. sono arrivato a casa, mi sono cambiato e alle sei e mezza ero a correre sul mio naviglio. sono andato piano, perché non era possibile andare forte. e neanche fare tanta strada. e nonostante ciò la fatica si è sentita, eccome. ma ho tenuto duro e alla fine ho fatto 6,5 km a 5' e 55", a cui sono seguiti 700 metri di scarico verso casa a 6' al km. da un punto di vista cronometrico una roba ridicola anche per un runner pippa come me. ma dopo la doccia, dopo aver fatto cena, adesso mentre scrivo mi sento riconciliato con la vita e con i mille cazzi che la attraversano. mi sento veramente bene, e mi sembra di non avere alcun tipo di dolore (non è vero, ma facciamo finta che sia così). detto questo, posso tornarmene sul divano a vedere la tv. buon proseguimento di serata a tutte e tutti.

6 commenti:

  1. adesso mentre scrivo mi sento riconciliato con la vita e con i mille cazzi che la attraversano

    è molto interessante...quasi quasi mi ci fai pensare

    RispondiElimina
  2. Bene, mi piaci quando te ne freghi...

    RispondiElimina
  3. Beh, ma questo è anche il senso dello sport perchè la gara, in realtà, è prima di tutto con se stessi.

    RispondiElimina
  4. La sensazione di aver fatto la cosa giusta è bellissima.

    RispondiElimina
  5. Praticamente stai dicendo che sei un vero runner. Noi corriamo per sentirci così, non per inseguire strani obiettivi 😎 😜

    RispondiElimina