Visualizzazioni totali

giovedì 26 novembre 2015

il mercoledi di calcetto che non ti aspetti

che non ti aspetti perché fino a poche ore prima sembrava saltare. tra ospedalizzati, influenzati, strappati, colpiti da virus intestinale, in trasferta di lavoro, abbiamo dovuto ripiegare su esterni al gruppo. tutti molto giovani peraltro. del gruppo storico eravamo in sei, quindi le squadre le abbiamo mischiate un po' a casaccio. io mi sono trovato a giocare sulla fascia sinistra. quindi con un piede non mio e obbligato ad andare avanti e indietro. da questo punto di vista si è trattato di un ottimo allenamento. diciotto mesi fa non avrei mai potuto giocare un'ora in quel ruolo. abbiamo vinto 12 a 9, ed è stata una bella partita devo dire, agonisticamente meno intensa perché questi giocavamo molto per divertirsi e con meno attenzione al risultato. insomma, non ci siamo presi a scarpate come ogni tanto succede con le formazioni tipo.
poi io e un altro siamo andati al ristorante improbabile, dove io ho preso una pizza leggera. talmente leggera che sono a casa da venti minuti e ho già bevuto un litro d'acqua. tra l'altro questa è la terza sera consecutiva che non mangio in casa, e dovrebbe essere così anche da qui a domenica prossima. probabilmente un record. buona notte amiche ed amici miei.

7 commenti: