Visualizzazioni totali

venerdì 13 novembre 2015

runner senza riferimento

questa mattina ho puntato la sveglia presto (mi pare alle 6 e 20) per andare a correre. sì perchè stasera non posso andare (devo andare al karaoke, e non ridete) e perchè domenica mattina ho una gara e quindi essere temprati sul presto non è male. alzatomi, ho preso un caffè, mi sono lavato la faccia, mi sono vestito con calma e poco prima delle sette ero sul naviglio. faccio un pò di stretching e nel frattempo avvio il garmin. solo che al garmin di beccare il satellite non gli passava per l'anticamera dei circuiti. passano i minuti, nel frattempo inizia il giorno ma niente, il gps non va. dopo un quarto d'ora che cincischio come uno scemo decido di partire col timer, sennò corro il rischio di non partire più. correre senza riferimenti di percorrenza e tempo è un qualcosa di anomalo, mi ricorda i primi passi da runner. non voglio fare il fanatico, ma andare a 5' e 40" al km non è come andare a 5' e 50" al km. dieci secondi possono sembrare un cazzo, ma in realtà è la differenza tra un passo già deciso ed un passo quasi lento. questa mattina l'obiettivo era fare poco, sette, otto km al massimo. ho corso per poco più di 33 minuti. sulla fiducia credo di avere fatto intorno ai 6 km (chiaramente lo dico perchè correvo sulla Martesana di cui ormai conosco a menadito ogni riferimento, compresi i lastrici di pavè sotto il ponticello vicino casa mia). un discreto passo, sui 5' e 30" al km. ho incrociato due volte una coppia di runner-fidanzati o di runner-amici (ma se erano tali erano amici molto intimi, si capiva da come si guardavano) che erano strani, nel senso che lui era una specie di iron-man (inteso come triatleta) e lei era magrissima al limite dell'anoressia, molto carina per carità, ma erano così poco assortiti.... tornando all'uscita di questa mattina, l'ho postata sul mio garmin connect ma forse perchè immessa semi-manualmente non me la riporta completamente. garmin connect, fidati di me, non ho barato, il kilometraggio che ho messo è esatto, anzi è più facile che mi sia tolto qualche metro!!!! detto questo vi auguro buon fine settimana. mi aspettano come detto karaoke e gara. in ogni caso due eventi non semplici insomma.....

6 commenti:


  1. Ora vien pure fuori che sai cantare?

    RispondiElimina
  2. Certo che col nuovo blog vengono fuori dei lati di te che mai avrei detto...

    RispondiElimina
  3. la storia del karaoke in realtà è vecchia. nel blog di splinder c'erano racconti esilaranti sul venerdì sera al karaoke, forse se li ricorda la dama bianca. comunque non sono andato, è saltato tutto.

    RispondiElimina
  4. Dieci secondi sembrano niente, ma fanno la differenza tra perdere il bus per l'università e doverlo aspettare per un'altra ora e mezza...Avoglia se fanno!

    RispondiElimina
  5. Mi chiedo se differenze fisiche così accentuate siano un fattore di attrazione o di repulsione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, direi attrazione nel loro caso !

      Elimina