Visualizzazioni totali

giovedì 3 dicembre 2015

della nebbia, delle paturnie femminili, della condomina che mi dà del lei e solo alla fine della contrattura alla schiena porca pupazzola

"eh si, a Milano non c'è più la nebbia di un tempo....". mai questa frase è stata così smentita come in questi giorni. saranno 48 ore che la padania è avvolta da una nebbia fittissima, e siccome martedì e mercoledì ho fatto centinaia di km in macchina, sera/notte compresa, penso di parlare a ragion veduta. martedì sono tornato a casa alle tre meno un quarto. di notte. quando sono arrivato in Corvetto avevo gli occhi come un pesce palla. 225 km con visibilità 40 metri. il giorno dopo sveglia ugualmente presto. ieri sera uno straccio. mai ho dormito bene come la notte scorsa. questa mattina senza sveglia avrei dormito un paio di ore in più, ma dopo 48 ore di assenza l'ufficio mi aspettava. e lì ho dovuto con le paturnie delle mie girls che girls non sono. al mattino ho dovuto "confrontarmi" con una che è una settimana che smattezzava perché in una mail ho parlato delle "negligenze" del gruppo, ma lei non ci stava ad essere assimilate alle altre in quanto (a suo giudizio) lei di sbagliare non sbaglia. alla fine le ho fatto notare alcuni principi base di managerialità (i complimenti ai singoli in pubblico, le ramanzine individuali in privato, gli sbagli del gruppo a carico del gruppo), una volta che mi sono reso conto che aveva capito e che mi aveva ringraziato per il confronto, le ho fatto notare alcuni suoi sbagli e le evidenti aree di miglioramento. e alla prima mezza cazzata del pomeriggio gliel'ho fatto subito notare. poi nel pomeriggio mentre ero al cellulare (cosa che non capita mai, vero....) ho sentito una delle mie urlare come una matta (ma io non ho un grande udito, penso che l'abbiano sentita fino a Peschiera Borromeo). tanto che pensavo fosse successo qualcosa di grave. invece, lei che di solito è tranquilla e compassata, si era attaccata al telefono con una di un altro settore che "per l'ennesima volta le aveva mancato di rispetto". ora, quella lì io lo so ha un carattere di merda. però con persone bisogna saperci fare, io lo so benissimo. quando ho preso la mia, le ho detto che queste figure da mercato io non le voglio, e che non le avrei accettate ulteriormente, che se anche aveva ragione in automatico passava dalla parte del difetto. non contenta, ha ritenuto opportuno parlare con la responsabile del personale (che ovviamente prima di riceverla mi ha chiamato per sapere che era successo) e che per forza ha dovuto riceverla. che si siano detti, non lo so. e non me ne frega un cazzo a dire il vero. stasera vado a buttare la munnezza e rientrando in ascensore incrocio una che abita da poco nel mio condominio almodovariano. l'ho vista un paio di volte e pur carina è una che ce l'ha solo lei non so se avete capito. ora, io ero vestito da uno che va a buttare la munnezza, sfatto dall'uscita runneristica di cui parlerò dopo, non è che mi sembrava esattamente una pischella, e questa pur facendo la simpatica mi dà del lei. ma come, fai la simpatica e mi dai del lei? vabbè, abita all'ultimo piano, questo l'ho capito, che non vede il duomo ma le montagne sì ed che la vista è comunque buona. tutto questo confronto in due piani di ascensore.
veniamo alle pessime notizie. è ufficiale. ho la schiena contratta. stasera sono uscito a correre nella nebbia della Martesana, ma dopo 3 km ho capito che le gambe erano bloccate dalla schiena. un dolore che non avendo un punto preciso è tipico appunto di uno stato di contrattura. c'era un motivo se questa parte di anno, che sulla carta dovrebbe essere la migliore per un runner, mi riempiva di assai poche soddisfazioni. anche adesso mentre scrivo, dopo aver preso un antidolorifico, toccandomi la schiena sento nitidamente i punti di contrattura e i punti di dolore indotto. il punto è che nel weekend ho in programma un paio di uscite, in particolare una gara. vabbè, adesso non pensiamoci oltre modo. ma sarebbe raccomandabile un periodo, anche abbastanza lungo, di riposo. per la cronaca alla fine ho fatto circa 6,5 km stasera, con tante imprecazioni anche in diverse lingue.
vi sarete accorti che questo è un post da vecchio blog. capita, solo gli sciocchi non cambiano idea. e chissà, potrei anche tornare un po' agli albori bloggeristici, chissà.... quindi chiudiamo con la gnocca o con un video? con la seconda dai, per diverse ragioni. ho sempre pensato che - e Alex sa a che mi riferisco - ci sono gruppi nati per fare singoli eccezionali, che ascolteresti quotidianamente in heavy rotation. Nada Surf, "popular". buona serata, ed un abbraccione globale a tutte e tutti.

16 commenti:

  1. Su Rai movie stan passando "il lato positivo ". Stiamo parlando di un film da trenta e lode

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii!!! E qui ci troviamo in accordo!! Evvai..
      P.s. ip ip hurrà per questo post vecchio stile ;)))

      Elimina
    2. A me ha fatto cagare. Ma assai proprio.

      Elimina
  2. Mi mancavano i tuoi post da vecchio blog, video e "porca pupazzola" compresi. Mi dispiace la contrattura, fossi in te riposerei per qualche tempo.

    RispondiElimina
  3. Ebbene si la schiena merita riguardo, fai un consulto.
    Notte notte

    RispondiElimina
  4. la copertina ...se qualcuno vive li è fortunato. meraviglioso.

    RispondiElimina
  5. e anche stamane come nebbia siamo messi bene.. è perfetta solo x fare foto..
    ps. l'abbraccio globale a tutti è sopravvissuto anche nel nuovo ; )

    RispondiElimina
  6. L'ho rivisto quel film ieri sera. Malgrado il protagonista maschile. E solo gli sciocchi non cambiano mai idea;)

    RispondiElimina
  7. Mitici Nada Surf, quanto tempo non li ascoltavo ! Thanx

    RispondiElimina
  8. Una collega acida l'ho avuta, per fortuna lavoro uomini prevalentemente.

    RispondiElimina
  9. Si da del lei anche per rispetto o per la sensazione di non poter abbattere quel muro di freddezza tra due sconosciuti, non solo perché ci si sente pischelli.

    Mi spiace tanto per la tua schiena :(

    RispondiElimina
  10. Ma come fanno a piacerti queste canzoncine pop rock? Poi dice: One inch man dei Kyuss non mi dice nulla... E va be', cose tue.

    Il lato positivo è un filo veramente brutto e arruffato.

    E poi da quanto tempo ti sto dicendo che lo sport fa male? E tu niente.

    Ma io come devo fare con te? France'? Francesco?

    Fammi andare che tra l'altro un'infilata di giornate di merda, uhm che bella collana.
    Cià :)

    RispondiElimina
  11. Mi piace il video e la canzone...
    Anche il film 'il lato positivo'.

    RispondiElimina
  12. una volta era a Milano, ma vale la pena, fa miracoli (tranne con Pato ;)
    http://www.misterimprese.it/lombardia/como/como/chiropratica/2477182.html

    RispondiElimina
  13. Mancava un post da vecchio blog ;)

    RispondiElimina
  14. Io preferivo decisamente il vecchio diario, essendo assai poco interessato alle cose inerenti la corsa.

    RispondiElimina