Visualizzazioni totali

martedì 23 febbraio 2016

1 + 1 fa sempre 2, io per intanto corro e quasi sfioro il PB stagionale sui 10K

ho sempre avuto un buon rapporto con i professionisti. tra questi i medici sono probabilmente ai vertici. è anche vero che io tendo a riguardarmi. se ho qualcosa cerco di capire, di approfondire. ho poi sviluppato una discreta capacità di auto-diagnosi. se ho qualcosa diciamo che sento di averla. ieri ed oggi ho fatto due visite mediche. apparentemente, due problemi diversi. in realtà, assolutamente correlati. e avevo ragione, ahimè. rispetto a questo tipo di problemi tanta gente farebbe spallucce. io no, questa cosa mi fa girare le palle. il medico di stasera poi ha detto parole molto chiare, anticipando persino la descrizione dei sintomi. niente, devo adottare una strategia. ma mica sei un medico, mi direte.... beh, in fondo sono laureato, quindi sono un dottore no?
tornato a casa, stavo nervoso ovvio. quindi che si fa? semplice, si va a correre. logica runneristica avrebbe imposto stasera di correre un'ora/70 minuti a ritmo blando, visto che domenica ho una gara. ma io ero nervoso. e quindi ho fatto 10 km quasi sfiorando il mio "season personal best". sia chiaro, stiamo parlando di un tempo da runner scarso quale io sono. i 10 km li ho fatti in 53' e 14", a cinque secondi dai 10 fatti il 28 gennaio. e qualche secondo l'ho perso per raccogliere le chiavi di casa che mi sono cadute di mano mentre correvo (non avevo tasche idonee stasera). vuol dire aver fatto i 10 a 5' e 19". stasera c'era gente tosta a correre sulla Martesana, ne ho visti almeno cinque andare a velocità incredibile, anche nell'ipotesi fossero "ripetutari". ho visto una ragazza (molto giovane, invero) avere un bel passo, molto leggero, una di quella falcate che ti permettono di andare veloce anche se non sembra. ho visto un'altra ragazza un po' appesantita ed in difficoltà, l'ho vista tante volte correre, evidentemente ha qualche problema o è reduce da un infortunio. comunque al martedì è così, soprattutto sul tardi come stasera (ho iniziato alle 19.35). serata da grandi runner. Martesana, sono onorato di essere accolto da te e dalle tue decine di nutrie, di cui ha parlato pure il corriere della sera! :-) buona notte amiche ed amici.

8 commenti:

  1. Ti assicuro che, comunque, anche l'ipocondria ha un suo perchè! :-)

    RispondiElimina
  2. Grande Franz, un quasi PB dettato da una forte pulsione interna.
    Io a differenza tua evitavo i medici (e i dentisti in primis) ora però con l'età che avanza... :-) mi sa che dovrò patteggiare.

    RispondiElimina
  3. Per quanto riguarda la Martesana, penso che sia un luogo mitico. Le ho dedicato anche un post. È dove ho mosso i primi passi di corsa.

    RispondiElimina
  4. Non ho ben capito che tipo di problemi di salute hai ma spero che tu possa risolverli quanto prima.

    RispondiElimina
  5. Ciascuno è ovvero dovrebbe essere il primo e forse migliore medico di se stesso.

    RispondiElimina
  6. Anche io sono per l'auto-diagnosi. Credimi, come curo io con Google manco Dottor House :-P

    Spero che, a parte gli scherzi, i due problemi tra loro correlati non siano nulla di serio.

    RispondiElimina
  7. Ottima cosa essere medico di se tesso..lo diceva sempre mio padre che era chirurgo....
    Complimenti per la tua falcata!|
    Serena serata!

    RispondiElimina