Visualizzazioni totali

lunedì 8 febbraio 2016

running in the rain

correre oggi non era per tutti, diciamolo, con la pioggia che ha colpito il centro-nord Italia. per quel che mi riguarda questa mattina ho fatto una grande uscita. poco dopo le nove e mezza, trovandomi dai miei, ho corso a Rivoli. e ho fatto i primi 4 km in salita, da casa mia fino al castello di Rivoli. il quarto km, quello ripidissimo che porta proprio sulla collina morenica da cui si vede Torino e la collina di Superga, l'ho fatto in 7' e 04". visto che non sono morto, ho iniziato a scendere. al sesto km sono riuscito a perdermi, come se non si trattasse di strade in cui sono cresciuto, e ho dovuto chiedere indicazioni ad un signore. nel frattempo la pioggia continuava a scendere fastidiosa, evitare le pozzanghere cosa impossibile, ma la voglia di correre sempre tanta. alla fine ho fatto 14,13 km in un'ora, 20 minuti e 28 secondi. 10,5 km/h. non ho idea del percorso altimetrico, perché questa sera garminconnect è in manutenzione (e quando è così non è detto che scarichi il dato). sarà mia cura, se del caso, aggiornarvi, ma un 100 metri li ho fatti tutti. ma di ancor più buono c'è che di benzina probabilmente ne avevo ancora. ma è stato bene non consumarla. bisogna, soprattutto in allenamento, fermarsi un po' prima di aver raggiunto il massimo. mi basta poter dire di essere in forma, tutto il resto ha importanza relativa. questa settimana ho fatto quasi 37 km. anche questo è un dato più che positivo. dai che forse forse tornare a gareggiare, cioè a fare le gare che piacciono a me, non è un miraggio..... buona notte a tutte e tutti e buon inizio settimana.

16 commenti:

  1. E visto che non sei morto :))) hai potuto anche scrivere questo post.
    Buona NTT e buon inizio settimana.

    RispondiElimina
  2. 129 metri, 5' e 42" il passo :-)

    RispondiElimina
  3. speriamo che per domenica a Torino non piovi...che mio figlio gareggia sul Po, "la regata d'inverno" i 6000, l'hai mai vista?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, però conosco la tradizione dei circoli di canotaggio che hanno sede lungo le due rive del Po.... e avevo un paio di amici che in epoca universitaria gareggiavano per loro.... è uno sport fantastico il canotaggio, tra i più completi. mi sarebbe piaciuto farlo, ma più che andare in canoa nei villaggi non ho fatto.

      Elimina
    2. mai dire mai...sei allenato, ti basta poco per cominciare con i senior, anche a Milano.la corsa è alla base del loro allenamento :)

      Elimina
    3. eh si, running, calcetto e pure canottaggio :-) a 50 anni, e poi ????? :-))))

      Elimina
    4. e poi...come si dice qui " resti un frescone" ;))

      Elimina
  4. 37 km in una settimana sono più che dignitosi. Qui il tempo mantiene bello, ne approfitterò oggi e domani, visto che sono libera da impegni ;) Vedo che sei ancora vivo, ahah!

    RispondiElimina
  5. Correre sotto la pioggia affrontando dislivelli non è facile. Alla fine, anche ogni pozzanghera diventa faticosa. Bravo, mi sembrano degli ottimi risultati !

    RispondiElimina
  6. Grande Francesco, sei davvero instancabile.

    RispondiElimina
  7. Bravo Francesco. Sei un gran esempio.

    RispondiElimina
  8. Pioggia? Qui continua la siccità.
    Due goccine stitiche in questo autunno mite e arido che non finisce mai.
    Che cesso di stagione.

    RispondiElimina
  9. Hai fatto quasi 37 chilometri. Bravo!

    RispondiElimina
  10. Anche a me sta tornando la voglia di correre.

    RispondiElimina
  11. chi si ferma è perduto.. e tu sei sempre in movimento, bravo

    RispondiElimina