Visualizzazioni totali

mercoledì 9 marzo 2016

delle ripetute di questa sera e di un licenziamento in tronco (non il mio, almeno per il momento)

questa sera niente calcetto, fortunatamente. nel senso che per quanto mi riguarda è una esperienza chiusa, che mi sarei ben rotto i coglioni di pregare la gente. addirittura il campo l'ho disdetto ieri pomeriggio e, giuro, non farò nulla ma proprio nulla per giocare nelle settimane a venire. il fortunatamente è legato al fatto che stasera sono andato a correre. o meglio, ho fatto una cosa che non facevo da mesi e che devo dire non so se serve. di certo, ti fai un culo a pista. eh si, stasera ho fatto una serie di ripetute con una tabella preparata da un preparatore atletico abbastanza improvvisato, cioè il sottoscritto. parto con un 1250 fatti a 4' e 43" al km. poi passo ad un 1750 fatti a 4' e 44" stabilendo così il mio PB sul miglio (primo PB dell'anno), poi torno sui 1250 facendone tre consecutivi, rispettivamente fatti a 5' e 14", 5' e 12" e 5' e 09" al km. buoni ma non eccezionali. infine un 1750 lento di scarico fatti a 5' e 47". nel complesso 8,54 km fatti a 11,7 km/h. insomma, tutto sommato bene. e non sento neanche particolari conseguenze, se devo dire (poi magari domattina mi sveglio piegato). di certo, di correre se ne parla domenica con la gara, quello che doveva essere fatto è stato fatto.
adesso ve ne racconto una extrasportiva. ieri mattina, dopo aver ripreso un progetto (bello, devo dire, e non perché l'ho fatto io) concertato con il mio principale fornitore esterno un anno fa e pensato a favore di una società del mio gruppo (non la mia) a cui avevo fatto da "consulente interno", il tutto perché è cambiato il manico in quel dipartimento, chiamo il mio interfaccia di questo fornitore. "ehi M,, siete ancora interessati a riprendere quel progetto di un anno fa? che qui è cambiato il capo dipartimento, gli ho spiegato cosa stavamo facendo e sembra interessato...". "certo Francesco, vediamoci". la telefonata è avvenuta alle 11.29 e  fissiamo un appuntamento per la settimana prossima. succede poi che ieri sera vado al cinema con un mio amico (naturalmente all'UCI Bicocca) e ovviamente silenzio il cellulare. finito il film, guardo la posta privata e leggo tramite linkedin una sua mail, in cui mi dice di essere stato licenziato in tronco nel pomeriggio. ovviamente vi risparmio i coloriti commenti a corredo. mi ha ringraziato per avermi conosciuto e spera di poter rimanere in contatto. questa persona era brava, non lo era? boh, era una persona che lavorava, che il suo lo faceva. solo che in momenti di crisi a volte ci si aspetta miracoli, ma i miracoli li ha fatti solo una persona ammesso che li abbia fatti sul serio. di base, pararsi il culo e annusare il clima intorno. una merda insomma, ma altro non si può fare.
Boston, "don't look back". buona notte amiche ed amici.

9 commenti:

  1. Minchia Fra, mi si é gelato il sangue quando ho letto.

    Oh ma... La mezza Roma lido non la fai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è esattamente dietro l'angolo....

      Elimina
  2. Poverino, immagino lo stordimento di esser stato licenziato così all'improvviso...

    RispondiElimina
  3. be'speriamo che non stia stato licenziato per qualcosa che ha fatto o non ha fatto proprio lui e dunque non si ravvisano dolo per la società, almeno potrà rivolgersi ad un giudice, art 18 o no.

    RispondiElimina
  4. Purtroppo le storie di licenziamenti improvvisi con questo clima se ne sentono sempre più spesso..E' difficile commentare, si resta sorpresi, si spera non capiti a noi...e si cerca di andare avanti..anche se non di corsa...
    Abbraccione Fra!

    RispondiElimina
  5. nessuno oggi è insostituibile, meglio avere sempre un piano b..

    RispondiElimina
  6. niente più calcetto?
    il ristorante improbabile resiste?

    RispondiElimina
  7. Mamma mia, che botta essere licenziati così. Oggi non si può proprio stare tranquilli. E poi fammi sapere come ti sei svegliato dopo dopo i lavori niente male dell'altro giorno.(ripetute)

    RispondiElimina