Visualizzazioni totali

domenica 6 marzo 2016

Trofeo Sempione

continua il mio momento no con le gare, anche se questa volta la causa non è né la testa né le gambe. questa mattina sono andato a fare il Trofeo Sempione, prima e bellissima gara del circuito "CorriMilano". si tratta di una dieci km che parte e arriva all'arena civica e si snoda attraverso due giri dentro il Parco Sempione. non è velocissima, con le continue salitelle, lo sterrato, le pozzanghere della pioggia di ieri e le continue curve. ma certo se non si trattava di fare il PB, di fare bene c'era tutta la possibilità. ero abbastanza carico devo dire. solo che succede che al secondo km mi si slaccia una scarpa. riesco a perdere pochissimo. ma al quarto succede il disastro. mi si slaccia l'altra e perdo il chip di rilevamento cronometrico. ci avrò messo più di un minuto a trovarlo. non me lo sono neanche riannodato alla scarpa. mi sono allacciato la scarpa alla meno peggio e ho continuato a correre col chip in mano. dico questo perché alla fine nella classifica di mysdam non risulto neanche essere arrivato al traguardo, visto che il passaggio del chip è stato troppo alto per il rilevatore. detto questo alla fine sono sì ripartito ma certamente non con un grandissimo spirito. alla fine i dieci km li ho fatti in 55' e 21", non certo un tempone. non si può neanche ragionare in sottrazione, ovvero togliere il tempo in cui sono stato fermo. il problema del fermarsi in gara è il perdere la linea, la scia di uno che ha il passo simile al tuo e via discorrendo. a sensazione oggi potevo farla intorno ai 53 minuti e mezzo. non cambiava molto, ma cambiava. mi consolo con i calzini molto belli e con i sali che ci sono dentro il pacco gara. oggi pomeriggio me ne andrò a vedere "lo chiamavano jeeg robot" all'UCI Bicocca, buon proseguimento di domenica a tutti.

9 commenti:

  1. Quanti contrattempi, mi spiace.

    RispondiElimina
  2. Peccato, visto quanto ci tieni.
    Ma ti rifarai sono sicura.
    Io sono due giorni che mi sono data al riposo assoluto.
    Ho dormito, mangiato, fatto altro e poi dormito, mangiato e fatto altro.

    RispondiElimina
  3. Eddai, se vuoi vengo io a dirti come si fa a non farle slacciare :D :D Sai una cosa? Devi stare molto attento a quei piccoli dettagli insignificanti che durante la corsa diventano pallosissimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. era un pò che non mi succedeva. a posteriori, so perchè sia avvenuto ma è una storia lunga.....

      Elimina
  4. dai non te la prendere. puo capitare. ti rifarai sicuramente alla prossima

    RispondiElimina
  5. Ogni tanto va di sfiga. E perdere la linea è un casino... Se ti succede, è come se si aprisse una breccia in cui si infilano tutte le menate che poi ti frenano. Io se avessi perso il traino, ieri mattina, sarei rimasto al palo... mi ricordo che al nono chilometro ho avuto un "tracollo", ma mi sono aggrappato al traino, occhi bassi e seguire i passi di chi mi precedeva, fin che non è passata. E alla fine ho aggiunto K per arrivare a 15. I calzini da corsa, devi comprarne di nuovi, grazie per avermeli ricordati!

    RispondiElimina
  6. La questione non è il momento no con le gare, ma come è il momento per Francesco.

    RispondiElimina