Visualizzazioni totali

lunedì 18 aprile 2016

mezz'ora di corsa alle sette del mattino e l'Italia del livore

ebbene sì, questa mattina sveglia alle sette meno un quarto, una sciacquata al viso e alle sette in punto pronto a correre a digiuno sulla Martesana. mezz'ora avevo detto e mezz'ora ho fatto. per l'esattezza, 30' e 32" per poter fare 5,80 km, 5' e 16" al km. un buon modo per iniziare la settimana, direi. anche se poi nel corso della giornata l'effetto positivo è un po' scemato, per motivi che potete anche immaginare.
l'Italia del livore a me non votante sul social network per eccellenza mi ha dato oggi del: penoso, vile, coglione, acefalo, ignavo, non dignitoso. e di aggettivi ne sto dimenticando. di certo, sono sempre più convinto di aver fatto bene.

11 commenti:

  1. pensa te, che cosa non mi hanno detto, dal vivo, non sono sui social, visto che ho votato ma per il no, e alla fine della fiera, mi sono anche rotta di spiegare il perché, non c'è peggior sordo di chi vuole solo sentirsi dire cose che si è convinto siano verità assolute.

    RispondiElimina
  2. Ragazzi io non ho votato, ma il mio é stato un non voto imposto.
    Votare fuori comune di residenza é un casino, e io non ho ritenuto di dovermi sbattere troppo.

    Alla prossima.

    Ps é o no una goduria correre al mattino presto?

    RispondiElimina
  3. il livore, gli insulti, dichiarano il livello di consapevolezza politica di certa gente che crede che la democrazia funzioni solo quando conviene a loro.

    RispondiElimina
  4. Ma se sei convinto della scelta cosa ti frega delle parole degli altri?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh non è che mi piaccia essere definito coglione. Ho lasciato il blog di uuic perché non reggevo gli insulti di lorenzo. ...

      Elimina
  5. Sai che peso può avere la parola di uno che definisce un altro come un coglione. Visto il livello di argomentazione..Ah, ti sei stufato pure tu di quel personaggio? Ottimo, che a lavar la testa all'asilo si perde acqua e sapone. Diceva mia nonna;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lorenzo mi è sempre stato sulle palle. UUIC pur nella enorme differenza è una persona che rispetto, ma gli ho proprio scritto che finchè Lorenzo avrà libertà di insulto mai più metterò piede sul suo diario

      Elimina
    2. E' questo il problema. Chi passa dal mio blog può dire ciò che pensa sempre e comunque. Ma siccome è casa mia, e a casa mia vigono le mie regole, chiedo rispetto per me e per i miei ospiti.
      Lo ritengo un dovere.

      Elimina
  6. Uniscimi agli improperi ci sono anch'io ..e anche senza correre!
    abbraccio....

    RispondiElimina
  7. Dunque, Fra: io invece sono andato a votare, in genere il referendum in sé come strumento mi piace.
    Sono sorpreso dall'altissimo astenionismo ma ne prendo atto, perché alla fine bisogna essere realisti.
    Direi che la percentuale che non ha votato è schiacciante ( a questo giro un po' troppo, quindi, per non porsi qualche interrogativo sulle eventuali ragioni di chi non ha votato)

    RispondiElimina
  8. a me il solo pensare che a un referendum la gente non vada a votare mi fa girare le pallile e se mi trovo gliene dico 4....poi cosa votano è un' altra cosa, non giudico..assolutamente non mi permetterei.

    RispondiElimina