Visualizzazioni totali

domenica 10 aprile 2016

Seregno Half Marathon, per me oggi è una vittoria

ne ero consapevole, quell'allenamento interrotto di domenica a Rivoli, quel sudore attaccato alla pelle stando fermo a casa del mio amico per una ventina e passa di minuti, mi ha fatto tornare la contrattura alla schiena. non forte come quella di dicembre, ma di questo si tratta. e nonostante il poco allenamento della settimana, nonostante i cerotti termici, nonostante gli antinfiammatori, questa mattina mi sono presentato alla Seregno Half Marathon in condizioni per niente buone. la mezza di Seregno si svolge all'interno della 50 e della 100 km di Seregno (si, avete letto bene, 50 km - ed è campionato nazionale della 50 km su strada - e 100 km), uno degli appuntamenti clou per gli ultramaratoneti di tutta Italia e non solo. sono arrivato al palazzetto di Seregno, che mi ricorda altri appuntamenti sportivi che mi riguardavano un po' di anni fa. ho provato a fare un po' di stretching, non si può dire certo che mi sentissi sinuoso e allora ho preso una decisione forse assurda. ho messo la termica e sopra la maglietta a maniche corte. ho pensato che potesse tenermi un po' più calda la parte dolorante. alla partenza un runner mi guarda e mi dice "ma non avrai caldo vestito così?". gli ho spiegato il motivo e mi ha solo detto, un po' sconsolato "in bocca al lupo allora". partiti alle nove, i primi km non sono andati male, 27' e 55" ai 5 km, 56' e 54" ai 10 km. poi il fastidio è aumentato, il caldo pure (sudavo a dismisura). ma ai 15 km ero ancora sotto i 6' al km, con passaggio in 1h, 28' e 02". dopo ho iniziato a pagare dazio, il 19° è stato tremendo. per fortuna ho incrociato i pacer della 2h e 10", che sono stati bravi ad "acchiapparmi", e al rettilineo d'arrivo ho persino trovato la forza di fare un accenno di allungo e arrivare al traguardo a braccia alzate. 2 ore, 10 minuti e 13 secondi, ci ho impiegato di più in mezze dove mi sentivo più in forma. chissà se troverò in rete le foto di questo scemo che con quasi 20 gradi ha corso con la termica. adesso sono un po' a pezzi ma neanche tanto. in fondo le gambe non hanno prodotto il massimo dello sforzo. correre con la schiena contratta ti danneggia alla respirazione, alla testa, non alle gambe. per me questa di oggi è una vittoria. una gara corsa in condizioni difficili, anche climatiche (quasi tutto il percorso al sole, per dire). vediamo come starò domani se non stasera. perché ci sono altri appuntamenti che mi aspettano. buon proseguimento di domenica a tutti, io andrò a fare una cosa che è un po' da scemi, giusto per completare il quadro delle scemenze di oggi.

8 commenti:

  1. E'sempre una sfida con te stesso, che hai vinto!

    RispondiElimina
  2. È andata bene dunque...con la schiena hai fatto anche troppo.

    RispondiElimina
  3. Dai che vai sempre alla grande comunque!

    RispondiElimina
  4. sei stato bravo...però adesso datti una calmata e cerca di curarti seriamente la schiena :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. schiena? che problemi ho alla schiena? :-)

      Elimina
    2. eh ma infatti che problemi hai? :)
      se ci hai marciato su così bene...è la molla del letto :)

      Elimina
  5. Quasi un ironman, a questo punto.

    RispondiElimina