Visualizzazioni totali

lunedì 30 maggio 2016

di questo fine settimana

questo mattina sono tornato a correre. ero dai miei e pioveva, non fortissimo ma pioveva. in compenso non si poteva dire che facesse caldo. il test è stato abbastanza positivo. non ho forzato né sul tempo né sulla distanza. il ginocchio fa male ma meno di quanto immaginassi. anzi, più correvo e meno faceva male. e dire che come sempre capita quando corro a Rivoli non sono mancate salite e discese, che possono creare qualche difficoltà. alla fine ho fatto solo 7,36 km in 43' e 03", 5' e 51" al km, fatto di km in salita poco sopra i 6' al km e di km in discesa ai 5' e 45". soprattutto di positivo c'è che in questo momento non li sento, ed è veramente una cosa buona.
l'uscita di venerdì sera, che è andata "in diretta" nel precedente post, è stata una bella uscita. Milano era molto bella, i navigli pieni di tifosi del Real e dell'Atletico della sera successiva (anche se sono tifoso del cholo Simeone da sempre ho simpatie per il Real, e quindi sono contento della vittoria dei blancos) e soprattutto il mix ristorante/compagnia è stato all'altezza. ristorante decisamente di buon livello (sia come location che come livello gastronomico) e alla fine della fiera neanche carissimo (in compenso il parcheggio quello sì è stato un salasso), compagnia di livello parimenti alto. diciamo che era un tavolo di gente in qualche modo "arrivata", nel senso che qualche soddisfazione nel lavoro se la sono tolta e in alcuni casi se la tolgono ancora. nella tavolata non ero il più scarso ma probabilmente erano più quelli di standing maggiore.
nel weekend ho visto il primo tatuaggio di mia figlia. che è veramente brutto. il fatto che sia brutto può essere un fatto positivo (non se ne farà più) come un fatto negativo (se ne farà a pacchi). io non ho nulla contro i tatuati e i tatuaggi. ma sono contentissimo di non avere tatuaggi, perché il solo pensiero di avere un qualcosa di incancellabile sulla pelle mi darebbe fastidio.
non resta che augurare un buon inizio settimana a tutte e tutti, domani sera ho una cena fuori provincia assolutamente stupida e inutile. tempo veramente perso.

16 commenti:

  1. Non c'è peggior cosa che invecchiare con i tatuaggi

    RispondiElimina
  2. idem come nottebuia...
    buona settimana a te.

    RispondiElimina
  3. Non credere, capitano pure a me le cene inutili e cerco di svincolarmi più che posso, quando non sono obblighi. Ieri ho corso in Calabria, ogni tanto cambiare fa bene!

    RispondiElimina
  4. Toc, toc? Posso entrare?
    Quanto mi sono mancate le tue imprese sportive, Fra, e quanto il mio amico milanès e le sue riflessioni :-)
    Sono riuscita dalla grotta, perdonami per averti trascurato!
    Bacio bacio bacio

    RispondiElimina
  5. Io ho tifato per l'Atletico fino alla fine.
    Peccato...

    RispondiElimina
  6. Che tatuaggio si è fatta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è butto dai.... (basta non sia una data di nascita di un uomo doverso da te.... o di un inizo 'rapporto') :)

      Elimina
  7. In effetti anche dalle mie parti ci sono piu'laboratori per tatuaggi che panetterie, il settore rende e ci si fiondera'gente incompetente.

    RispondiElimina
  8. Concordo sui tatuaggi. E sulle cose non cancellabili, alcune discretamente fastidiose.

    RispondiElimina
  9. Bravo, Fra'! Abbasso i tatuaggi!!!

    RispondiElimina
  10. Odio le cene inutili e odio il tempo perso. Eppure ogni tanto ci tocca. Buon martedì.

    RispondiElimina
  11. Anch'io feci questa cazzata (sto parlando del tatuaggio) tra il quarto e il quinto anno delle superiori, non è neanche brutto, è piccolo e lo copro facilmente (anche se per via della posizione un po' mi limita). E niente, che lo reputo una cazzata già te l'ho detto, però almeno non gli ho mai dato un valore sentimentale.

    RispondiElimina
  12. Francesco che lotta e corre anche con pioggia lombarda da vero eroe...Hai preso proprio l'attimo fuggente,fortunello che sei...Hai avuto una cena piacevole( parcheggio a parte) e perchè non potrà essere anche gradevole quella fuori provincia? Chissà mai dire mai,..
    Ciao Franceschino , buona serata!

    RispondiElimina
  13. I tatuaggi mi piacciono, ma nei posti giusti e della misura giusta. Ad esempio non mi piacciono quelli fatti tutti nello stesso posto che non si capisce dove finisce uno e dove inizia l'altro.
    Però mi piacciono le frasi, moltissimo, più di qualsiasi altro simbolo o disegno. E proprio perché sono indelebili credo che ne farò uno molto presto. Giusto il tempo di rendermi conto se potrebbe compromettere un eventuale lavoro :-P

    RispondiElimina
  14. A me sembra un'altra moda. Come se non ce ne fossero già a sufficienza.

    RispondiElimina