Visualizzazioni totali

martedì 17 maggio 2016

how exhausting!

oppure barcollo ma non mollo. stasera alle sette e un quarto passate sono andato a correre. tanto né il riposo né i massaggi sembrano aiutare, allora tanto vale alzare la soglia del dolore ovvero correre sapendo che potrebbe fare male. come dicono alcuni runners scafati, "se fa male fa bene".  dicevo, passate le sette e un quarto, sono andato a correre sulla mia Martesana. mi sarebbe piaciuto fare una dieci km e magari qualcosa di più, ma più di sette non sono riuscito a farne. sentivo di non coordinare bene il mio corpo e stavo iniziando a correre con una postura palesemente sbagliata. tendenzialmente con i soliti problemi alla gamba sx che poi ovviamente si ripercuotono sul resto del corpo. i 7 km li ho fatti in poco più di 39 minuti, a 5' e 36" al km. dopo aver rifiatato ne ho fatti altri due di scarico a ritmo blando, provando addirittura a fare un cento metri di allungo finale. ho preso mezzo integratore al magnesio e potassio dopo la doccia e mentre scrivo questo post ho preso l'altro mezzo. i problemi della gamba potrebbero essere legati a una carenza di questi elementi. a proposito di doccia, guardavo, anzi "sentivo", il mio corpo. insomma, io non sono un assolutista della pratica sportiva. anzi, non sono neanche dell'avviso che faccia bene senza se e senza ma. vero è che probabilmente soltanto tra i 20 e i 30 anni ho avuto un corpo come ce l'ho adesso. e forse neanche allora, che ero magro  e nervoso ma senza la consistenza che ho adesso. lasciatemi essere soddisfatto almeno di questa cosa.
ho avuto a che fare nell'ultima settimana con diverse belle donne. la mia componente misogina talvolta ha rischiato di trasformarsi in velato maschilismo, io che maschilista penso di non esserlo. so bene a chi/cosa mi riferisco, e ammetto di aver sbagliato analisi. mai detto di avere la verità in tasca, di certo sbaglio tante volte. dicevo, ho visto diverse belle donne e anche intelligenti. il mix di bellezza e intelligenza esalta la femminilità. al netto della componente di furbizia, che pure ci sarà, la donna bella, elegante e femminile è il tipo di donna che sovrasta qualunque altro tipo di donna: il mignottone, l'oca giuliva, la sportivona, l'artista. talvolta poi questo tipo di donne, proprio perché impegnate a confrontarsi quotidianamente con l'altro sesso, mostrano elementi di fragilità che le rendono ancora più affascinanti. solo che di donne così, credetemi, non ce ne sono mica tante. vabbè, prima di andare a nanna mi guardo un altro episodio della seconda stagione di "last ship". volevo raccontarvi del giapponese di ieri sera, ma sarà per un'altra volta.

7 commenti:

  1. La donna bella, elegante e femminile sovrasta tutte le altre. Concordo in pieno, anche perché dietro questo tipo di donna c'è quasi sempre una componente di intelligenza capace di esercitare un certo fascino.

    RispondiElimina
  2. Io guardo la testa di un uomo se coincide con la mia il vestire e la perfezione fisica sono apparenze alla fine.

    P.s.
    Se fa male secondo me non è normale altro che bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sul ps mi sa che hai ragione.....

      Elimina
    2. Vai da un medico dello sport e ti togli ogni dubbio.
      Non ascoltare ai runner fuori di testa.

      Magnoli@

      Elimina
  3. Mi piacerebbe saper classificare gli uomini così come tu fai con le donne.

    RispondiElimina
  4. C'È da prendere appunti qua :D

    RispondiElimina
  5. Beh, io mi accendo quando una mi piace fisicamente E di testa.
    Per quello mi accendo... raramente.

    RispondiElimina