Visualizzazioni totali

domenica 5 giugno 2016

è meglio non lo so che cosa

post alla rinfusa questo. in onore del titolo del blog, partiamo dalla parte runneristica. che è una merda. fino a questa mattina ero tentato di andare a fare una tapasciata domenicale. poi mi sono detto che con la condizione di questo periodo non ha senso. la distanza minima è di tredici km. e nelle gambe non li ho. figuriamoci se poi c'è da svegliarsi alle sette. ma neanche pensavo di essere così fiacco oggi pomeriggio. niente, questo è un periodo che va così, cioè a cazzo. dovrei fermarmi, andare ai box e starci un paio di settimane almeno. anche perchè così non mi diverto, soffro e basta. poi dopo un giorno e mezzo di pioggia è bastato un pò di sole per riempire la Martesana all'inverosimile. una gimkana unica. sono stato talmente penoso che non vi dico nè quanto ho fatto nè a che velocità. ma credetemi, penoso assai. ben oltre la pipparunneraggine. segnalo che le piogge hanno reso la Martesana un naviglio serio, anatre, anatroccoli e nutrie in quantità industriale, il livello dell'acqua che supera il metro, abbondantemente nel tratto verso Via Padova.
ieri ho passato il venerdi a casa rincoglionito, con un cerchio alla testa epico. questo perchè la cena di giovedi sera è stata all'insegna dell'esuberanza alcolica. da solo ho bevuto una bottiglia di traminer, e poi al momento dell'amaro la bottiglia che vedete nella foto a seguire è stata mia compagna per almeno un'ora, anche perchè era perfetta per rendermi particolarmente brillante nella parte finale della serata.
al di là di ciò, serata molto piacevole. a un certo punto guardo l'ora e dico "cazzo, ma sono le due e un quarto!". e tutti gli altri a ripeterlo in coro con me. insomma, tra una balla e l'altra sono arrivato a casa alle due e mezza, ora capirete perchè ieri non ho messo piedi fuori da casa.  da una serata come questa dovrei capitalizzare meglio. al "gatta ci cova" del giorno dopo via wazzapp dovrei dare un seguito. ma trovo sempre una giustificazione. cambierà. oppure no. ieri stravaccato sul divano sistemavo i canali del digitale terrestre (io ho una tv vecchia di otto anni, senza decoder incorporato), e nello zappingare trovo questo canale del cazzo con questo programma del cazzo.
la mia prima reazione è stata "va che tocco di figa". poi oltre al profilo l'hanno inquadrata frontale. ed eravamo anni luce non dico dietro Diletta Leotta o Jessica De Rienzo, ma anche dietro una Monica Vanali (di adesso). ammetto che ho pensato anche "ho scopato di meglio, e direi anche spesso". insomma, con un tacco "scopami subito" c'è posto per tutte.
domani quasi quasi vado in un posto che piace tantissimo a una lettrice del mio blog. al mattino? al pomeriggio? vedremo... buona notte, globalmente of course.

8 commenti:

  1. Riposa Francesco , fai scendere il livello acquifero e tu buongustaio evita 'sti tacchi da zoccola...so che lo fai già....
    Abbraccione e a tempi migliori!

    RispondiElimina
  2. forse hai bevuto un po' troppo...

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. A Brera. Stasera di nuovo a cena fuori. Scriverò post

      Elimina
  4. Oggi mountain bike, cinemello, pizza e lunga maratona per vedere se la Raggi schianta tutti...

    RispondiElimina
  5. Non farti mai ingannare dai tacchi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con le milanesi puoi starne certa che non mi faccio ingannare

      Elimina
  6. Ieri avevo visto un paio di video di pizzica ballati da Laura Boccadamo che è proprio bellissima.

    RispondiElimina