Visualizzazioni totali

domenica 10 luglio 2016

caldo, caldo e non solo caldo

questa mattina ho messo la sveglia ben prima delle sette. e questo nonostante ieri sera ci sia stata un'altra (e neanche l'ultima, se devo dire) coda del mio compleanno, andata bene perché il vostro preferito non è il vostro preferito a caso e la sua figura la fa sempre quando si tratta di scegliere i posti. ma dicevo, sveglia prima delle sette perché ho deciso di andare - molto presto - a fare una tapasciata col mio gruppo che sono così rari i momenti in cui corro con loro. la tapasciata si è svolta in una frazione di Settala, non tanto lontano da Milano, e con le strade sgombre del mattino è stato un attimo arrivare. quando sono salito in auto il cruscotto segnava 28 gradi, alle sette e qualche minuto del mattino. arrivato a Settala in anticipo rispetto all'orario che avevo comunicato ho capito che mai e poi mai sarei riuscito a fare i 13 km che avevo preventivato, per riparare sulla più agevole sei km. interamente sotto il sole o quasi e con un asfalto rovente. una roba pazzesca. alla fine i sei km erano quasi sei km e mezzo, fatti a 5' e 49" al km. ed ero con altri due iscritti al gruppo, sennò col cavolo che riuscivo a farli a quell'andatura. l'organizzazione della tapasciata si è mostrata buona. al ristoro finale non so quanti bicchieri d'acqua e the avrò bevuto. alle otto e mezza sono andato a ritirare il mio pacco gara, due bottiglie di vino di Santa Maria della Versa, e sono andato via. poco oltre le nove ero già a casa.
noto che il gran caldo dia particolarmente alla testa. in particolare i social network mostrano il trionfo dell'imbecillità. a dimostrazione di quanta ragione aveva Umberto Eco. inoltre segnalo che sono combattuto tra istinto e ragione. con la consapevolezza che c'è qualcosa di sbagliato in entrambi. e questo capita perché manca il terzo elemento, e di questo sono ancor più consapevole. buon proseguimento di domenica a tutte e tutti.

4 commenti:

  1. Preferito, scegli un posto per andarci a bere qualcosa :D

    RispondiElimina
  2. Non solo i social network caro Francesco. Magari solo loro, così basterebbe chiuderli.

    RispondiElimina
  3. Correre di luglio e'in ogni caso eroico!

    RispondiElimina
  4. tu sei il mio eroe, ha ragione Sara :)
    ciao Francesco :)

    RispondiElimina