Visualizzazioni totali

mercoledì 27 luglio 2016

running after company light dinner

ieri giornata di riunioni. almeno tre. trattasi dei manager meeting a chiusura della semestrale. che non è andata malaccio, devo dire, a dispetto di tante cose che si potrebbero dire e ovviamente non dico. a seguire light dinner aziendale con tutti i dipendenti, o quanto meno con chi ha voluto esserci. ed anche questa cosa non è andata male. sono stato tra gli ultimi ad andare via. anzi, mi sa che ho chiuso io. e se devo aggiungere qualcosa, mi sa che avendo detto e fatto qualcosa che è piaciuta all'AD della capogruppo, questa cosa non è poi passata così in sordina. ci sarebbe anche da dire qualcosa sul presidente della capogruppo, nello specifico sulla persona con chi era accompagnato. direi che la sintesi perfetta è quell'adagio latino secondo cui "homo sine pecunia imago mortis". alla figa insomma interessa l'IBAN, è inutile essere ipocriti.
comunque, tanto per cambiare di bere ho bevuto. ma questa mattina ero sveglio ben prima della sveglia e allora ho deciso di andare a correre, che è il miglior modo per smaltire un light dinner per forza di cose fatto di cibi e bevande non esattamente genuine. alle sette meno un quarto ero sulla Martesana pronto per fare i km che mi sentivo di fare. la temperatura era ottima, e sentivo di stare bene. anche la frequenza dei passi è uscita bene, così come l'eleganza della corsa. me ne sono accorto dal fatto che due runner ben impostati mi hanno salutato e questo è un attestato di considerazione. certo, nel tratto di ritorno mi ha sorpassato uno che andava a 4' al km che era impressionante. e un pò mi sono cadute le braccia (anzi, le gambe). qualche runnerina carina non è mancata, e sono contento che non ci siano più i migranti a dormire sotto i ponti. insomma, come sempre la mia Martesana sa essere fantastica. alla fine ho fatto 8 km in poco più di 44 minuti, quindi a 5' e 32" al km. senza lode e senza infamia. ma come sempre, dopo nessuno sta come sto io. buon proseguimento di giornata a tutte e tutti.

3 commenti:

  1. alla figa insomma interessa l'IBAN, è inutile essere ipocriti.

    Penso che uno davvero pieno di soldi mi metterebbe a disagio. Uno che vive alla giornata non lo prenderei in considerazione.

    Una via di mezzo? ;)

    RispondiElimina
  2. > alla figa insomma interessa l'IBAN, è inutile essere ipocriti.

    Direi che è uno dei modi in cui i maschi vengono considerati alpha.
    I maschi bancomat.

    RispondiElimina
  3. > sono contento che non ci siano più i migranti a dormire sotto i ponti

    Saranno evaporati, col caldo? Il problema magicamente sparito?

    RispondiElimina