Visualizzazioni totali

lunedì 26 settembre 2016

la Martesana restituisce, Hulk e la sua canottiera, i social network non mentono

non dovevo, ma non ho saputo resistere al richiamo. sono tornato a casa abbastanza presto, e alle sette ho voluto lavare l'onta della mezza débâcle del mattino precedente. magari non era esattamente indicato, ma io lo so che la Martesana mi viene in soccorso, mi restituisce quanto perso in altri asfalti. dicevo, partenza alle sette. le gambe le sento dure, ma nel contempo sento anche che la muscolatura più massiccia può compensare l'affaticamento. il passo è buono, 5' e 30", anche meno. arrivo in Via Padova, torno indietro, mi piacerebbe arrivare a dieci km. ma ai sette e mezzo inizia a pulsarmi la milza, ed è che il segnale che ai dieci posso arrivarci solo rallentando. allora mi fermo agli 8 km, fatti in 44' e 06", 5' e 31" al km. non è un tempone, non è una grande distanza, ma sono contento lo stesso. dopo ho defaticato per 1,25 km, prima e dopo un po' di stretching. al momento mi sento benissimo.
essendo lunedi, ci sono più jogger che runner. vuol dire che ne superavo nove e mi superava uno. fate partire la musichetta del "ti piace vincere facile", che mi gaso un po'. però attenzione, quando ho girato al paletto di Melchiorre Gioia, da lontano ho visto lui. canottiera. detto anche hulk. colui che ho poi saputo essere un ortichino. ma andiamo con ordine. era il 28 dicembre 2014, giorno più giorno meno. una domenica mi pare. correvo seriamente da circa 8 mesi. venivo da prove dicembrine alterne. mia figlia era a casa da me, ma ovviamente dormiva. vado a correre, abbastanza presto. è vero che c'era il sole ma faceva un freddo della madonna, solo qualche giorno prima aveva nevicato. non avete idea del freddo che c'era. sicuramente al massimo due gradi. vado forte, se non altro per scaldarmi. quando arrivo al Lambro la strada è ghiacciata e più volte rischio di cadere. fu una bella uscita, 13 km a 5' e 36" o a 5' e 38" mi pare. tanta roba per i tempi. ma ricordo che mentre ero di ritorno lo vedo venirmi incontro. un ragazzotto sui 30/35 anni, muscolosissimo, che corre in pantaloncini e canottiera. solo ed esclusivamente in pantaloncini e canottiera. con una falcata decisa e potente. ecco, da allora con qualunque tempo, inverno ed estate, io l'ho visto correre sempre e solo in pantaloncino e canotta. che poi ho scoperto essere la divisa dell'Ortica, gruppo runneristico di cui conosco tanta gente e con cui ho passato l'ultimo capodanno. e pensate, di quel gruppo Hulk non è neanche il più veloce, che ci sono tre o quattro che vanno ancora più forte di lui. anzi, se faccio mente locale anche qualcuno in più. e stasera l'ho visto in lontananza. correva, e me lo vedevo sempre più piccolo, col suo passo che va sotto i 4' al km sui diecimila. io ammazzerei per fare un dieci sotto i 5' al km, e lui va sotto i 4' al km. Hulk, lui e la sua canotta.
non che avessi dubbi, perché le persone (ahimè) le inquadro con poco. ma sapete qual è il miglior modo per stanare un bugiardo? dirgli, sorridendo e facendo finta di scherzare, che mente. ecco, lo vedrete inalberarsi in modo eccessivo, come se avesse non una ma cinque code di paglia. poi, l'idiota, se fa ampio uso dei social network, facebook ed instagram in primis, di whatsapp e per giunta è donna, viene svangato subitissimo. d'altro canto l'uso smodato di internet non può essere paragonato ad una droga? buona notte amiche ed amici, globalmente

14 commenti:

  1. E' ovvio che quello più forte c'è sempre, ed è altrettanto (banalmente) vero che la sfida è sempre con se stessi.

    RispondiElimina
  2. Il ragazzone che corre mi ricorda Forrest Gump.
    Ma... Urgono chiarimenti sull'ultima parte 😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, io mi fido ciecamente del tuo radar per squadrare le persone. Me lo presti?

      Elimina
  3. Sulla corsa continuerò a prendere impreparato. Hulk mi ricorda solo un telefilm che vedevo da ragazzina (che bello poter scrivere telefilm) sui bugiardi che si fa presto a stanare con un calmo "stai mentendo" sono d'accordo. Ho provato ed è così! Sui bugiardi nel web, posso solo dire visto che frequento con intensità IG che è un po' difficile mentire con delle foto... Però c'è anche gente che ruba le librerie fotografiche di altri ed è davvero brutto. Sugli altri social non mi pronuncio: ad esempio sono fuori da quel puttanaio di FB e me ne vanto. Che poi tu riesca a capire al volo le persone che frequenti, permettimi di avere grossi dubbi. Della gente non possiamo essere certi mai... Un'altra delle tue certezze granitiche che non mi vedono d'accordo. E a questo punto ti auguro una buona vita Francesco, e un buon viaggio. E attento alle frequentazioni nella vita e sul web.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A tuo chiarimento e altrui

      Nessun furto di nulla. Diciamo che si tratta di persona che racconta di vivere e voler essere una cosa ma il social l'ha mostrata essere tutt'altra cosa.

      Sulla chiusa finale boh...

      Elimina
    2. Buona vita, buon viaggio...

      Che minchia significa lo sai solo tu... non mi pare che ti abbia fatto qualcosa che giustifichi questa chiusa...

      Elimina
  4. L'uso smodato di qualunque cosa può essere paragonato ad una droga. Sempre di dipendenza si parla.
    Tu non sei un po' dipendente dalla corsa e dall'adrenalina che ti scatena ;) ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si. Ma ne ho consapevolezza

      I drogati del web molto meno secondo me

      Elimina
  5. Con un po' di esperienza e stando attento ai dettagli le persone in media non sono difficili da inquadrare. Per questo spesso mi annoio in occasioni fortemente sociali, perché trovare persone interessanti è raro.
    Hulk... ho due amici ex canottieri. Quelli ci andavano in canoa in inverno in maniche corte. Fisici da urlo beninteso ma per me sono un po' matti :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordissimo

      Questa persona mi "puzzava" fin dell'inizio

      Trasudava falsità o nella migliore delle ipotesi "del non detto"

      Io poi sono avvantaggiato da età ed esperienza. Le persone riesco ad inquadrarle, ribadisco

      Elimina
  6. Anch'io tendenzialmente inquadro subito le persone, in un primo momento mi sembrava un pregio, poi ho smesso di reputarlo tale.

    RispondiElimina
  7. Io le persone le inquadro tardi ed è un problemone ufff

    RispondiElimina
  8. Le bugie hanno le gambe corte.
    Dopo un po', se c'è un'osservazione anche solo un poco attenta, i falsi, i mentitori si palesano per quello che sono.
    A me le persone così fanno talmente schifo che appena le annuso taglio le relazioni, i ponti.

    RispondiElimina