Visualizzazioni totali

lunedì 26 settembre 2016

le nuvole non hanno mai paura

prima o poi arriva la battuta d'arresto. e come sempre quando meno te l'aspetti. nel precedente post vi parlavo di lungo bastardo da fare nel weekend, questa mattina che ero dai miei ho fatto un flop ignominioso. ho passato tutto il sabato a pensare a che cosa avrei potuto fare, quale percorso, quale ritmo medio ecc... ma quando questa mattina sono sceso da casa dei miei c'era un vento terso che non mi piaceva affatto. di quelli che ti tagliano la faccia. parto da Rivoli mi dirigo ad Alpignano per poi andare verso Collegno. a Collegno sento che le gambe non girano. non entro nel parco Dalla Chiesa. punto verso casa insomma. fatto l'ennesimo cavalcavia o sottopasso, superati i 10 km, mi fermo di botto. non andavo neanche tanto male, giravo a 5' e 45" al km. ma ero a disagio. fisicamente e mentalmente a disagio. e pensare che oggi volevo fare almeno 17 km. a quel punto al piccolo trotto torno a Rivoli dai miei. prima di salire a casa tento un paio di allunghi, giusto per superare i 12 km di corsa. sensazione bruttissima credetemi.
la giornata l'ho recuperata un po' stasera. certo, devo capire un po' di cose. su tutte, una questione di scarpe, che per chi mi conosce è particolare non secondario. mamma, mi sembra di essere tornati al 1994. e la discesa in campo di Berlusconi non c'entra nulla.
e pensare che le nuvole non hanno mai paura. Garbo, "generazione". buona notte amiche ed amici, buon inizio settimana.

12 commenti:

  1. Non starai pretendendo un po' troppo da te stesso?

    RispondiElimina
  2. può darsi semplicemente che, visto il brusco cambio climatico, stai covando una banale influenza...magari se avessi mangiato qualche carboidrato prima, soffrivi meno.capita nei cambi di stagione.Per questo motivo in questi periodi, a mio figlio (ore 6,00) primo allenamento, orzo e qualche fetta biscottata e pappa reale.energetivo e a prova di primi "freddi".
    il mese prossimo passiamo al vaccino omeopatico Oscillococcinum.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me la dicono, questa cosa dei carboidrati...

      Elimina
  3. Anche io, come Pippa, penso che tu stia pretendendo troppo da te stesso. Calmati un po', non muore nessuno se non sei sempre perfetto.

    RispondiElimina
  4. Se tu non freni, il tuo corpo frena x te.
    Recupera e dopo riprendi.

    RispondiElimina
  5. Lascia stare con queste battute d'arresto, non me ne parlare. Io ne ho di continuo. Nell'ultimo anno ho fatto dei veri passi da gigante, ma tutti all'indietro. In più ho appena avuto conferma che sono pure ingrassata, ma porco cazzo, porco.
    Non sono più il ghepardo di una volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Clorì, vichingona mia, non fare così....:-)

      Elimina
    2. Me l'ha appena appena detto anche il dottore...che non devo fare così. Perché dice che ultimamente somatizzo fin troppo.
      Siamo fatti della stessa sostanza di ciò che somatizziamo. Ah, quanta profondità, quanta poesia.
      :)

      Elimina
    3. Clorì, io ti amo, lo sai. peccato che sei troppo alta e io quelle troppo alte le patisco.

      Elimina
  6. A questo giro me ne esco con una massima dal sapore zen: 'Licolda che ogni giolno è divelso dagli altli'...
    P.S. Aspetto tuo acido commento a mia scusa n. 84 ;)

    RispondiElimina
  7. Vabe', ma poi uno ascolta Garbo e tutto ritrova la giusta logica e collocazione.

    RispondiElimina
  8. Ti sei semplicemente fermato.
    Il tuo corpo (il corpo è molto più sano e intelligente della mente) ti ha "invitato" a fermarti. Non solo non ha senso essere sempre di corsa, ma oltre ad anestetizzare fa anche male.

    RispondiElimina