Visualizzazioni totali

mercoledì 9 novembre 2016

the dark side of the moon

stasera non avrei dovuto correre. perché ho corso ieri mattina. perché a pranzo ho mangiato come più schifosamente non si poteva. perché ancora le mie gambe non hanno la capacità di fare tanti km o di uscire due giorni di seguito. ma stamattina mi sono svegliato incazzato che metà basta. il motivo dell'incazzatura lo sanno in tre, tra cui un lettore del mio blog. ma non intendo parlare di questo. dicevo, mi sono svegliato nervoso e ho trascorso la giornata nervosamente. alle 18.03 lasciavo l'ufficio. un traffico della madonna sulla circonvallazione. ma alle sette ero sulla Martesana. sì, per correre. ho fatto una uscita a cazzo. dopo 33 minuti ero scoppiato, e stavo andando a 6' al km. mi sono dovuto fermare. poi ripartire. di nuovo fermarmi, ripartire. alla fine sei km e mezzo. ma che sono serviti a calmarmi. anche correre a cazzo serve. oggi ho letto su facebook che non si è mai visto nessuno stare male dopo una corsa. ed è vero. sono riuscito a resistere alle sirene del calcetto. stasera hanno giocato, ma io ho ribadito che non c'ero, come sanno da tempo. avranno pensato che dovevo uscire con una, lasciamoglielo credere, anche se così non è stato. ho visto la tele invece, che non mi capita quasi mai. ho visto "Rocco Schiavone", con uno dei miei attori italiani preferiti, Marco Giallini. un bel noir, scorre bene, ed è ambientato in Valle d'Aosta, e quei luoghi persino io che detesto la montagna li conosco. ci sarebbe da dire qualcosa su Trump, sui grillini ed altro, ma non ho voglia. tanto sapete come la penso. e poi non serve ad un cazzo. dico solo questo: oggi ho mangiato schifosamente una pizza al trancio in un centro commerciale. lì dentro c'era un OVS. facevano i saldi di novembre. mi spiegate come ci si può riprendere dalla crisi, come si può pagare la gente, non assumerla con voucher e contratti a termine, se si fanno i saldi di novembre? sto ascoltando "the dark side of the moon". resta uno dei più bei dischi del rock, è assolutamente vero. buona notte amiche ed amici.

4 commenti:

  1. I saldi di novembre si fanno perché se no la gente aspetta quelli di gennaio per comprare.


    A 27 anni dalla caduta del muro di Berlino ci svegliamo con Trump presidente. Chissà come se ne esce...

    RispondiElimina
  2. Mi spiace per l'incazzatura, per il pranzo schifoso e per tutto il resto. Spero che oggi le cose vadano di gran lunga meglio. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. E insomma odi la montagna...

    RispondiElimina
  4. Ricominciare a vendere abiti dignitosi a un prezzo legittimo, sarebbe un modo per uscire dalla crisi.

    RispondiElimina