Visualizzazioni totali

domenica 4 dicembre 2016

Gipigiata 15K - I'm back

se tornate indietro di un anno in questo blog leggerete della mia partecipazione ad una tapasciata definita grosso modo "la tapasciata per eccellenza". eh si, perché come tutti i primi di dicembre ecco arrivare la Gipigiata a Gorgonzola, che è uno di quegli appuntamenti che un vero runner non può perdere. neanche a farlo apposta, quest'anno come lo scorso anno mi sono presentato non al meglio delle mie condizioni. aggiungici che ieri mi sono sparato 400 km in auto per andare a fare l'istruttore in Piemonte e che ieri sera ho fatto tardi causa pizzata con gli amici ed ecco delinearsi uno scenario non favorevolissimo. questa mattina sveglia alle 6.15 perché, si sa, alle tapasciate si parte presto. ma io sono arrivato particolarmente presto. normalmente da casa mia a Gorgonzola ci vogliono 45 minuti almeno, io questa mattina ci ho impiegato 20 minuti causa traffico inesistente. morale della favola, sono arrivato almeno mezz'ora prima di quelli del mio gruppo e con buio totale. vabbè, quando un barlume di luce è spuntato sono uscito dall'auto per recarmi al centro sportivo. il tempo di incrociare wonder runner che mi ha preso per il culo per il penultimo post che ho scritto e subito dopo sono arrivati quelli del mio gruppo. foto di rito (bella, l'ho messa come copertina di facebook) e via con la partenza alla spicciolata (nelle tapasciate ognuno parte quando vuole non essendo una gara). l'obiettivo era fare 15 km, che mi mancano da almeno due mesi cioè da prima dell'infortunio. però il bello della gipigiata è il clima tra i runner ma soprattutto il percorso. all'inizio costeggia la Martesana, che lì è ancor più bella che dalle mie parti. è sempre bello vedere la casa/ponte di legno che sovrasta il naviglio, i numerosi cigni, gli anatroccoli. Gorgonzola è veramente una bella cittadina, e ha la particolarità di avere un tratto di naviglio che fa delle vere e proprie curve. poi si entra in campagna, si corre in mezzo agli alberi, sulla terra, sullo sterrato, sulla ghiaia, sul fango. di andare veloce non se ne parla. un po' perché non si può, che non è esattamente un percorso veloce come potete immaginare, un po' perché non voglio forzare. vado poco sotto i 6' al km. ai dieci passo in 59' e 28". da lì in poi è tutto un punto interrogativo. bene l'undicesimo, gli altri 4 km li faccio un po' per forza di inerzia. ma alla fine i miei 15 km li faccio stando sotto l'ora e mezza. di appena 23 secondi, lo ammetto. ma per me è una grossa soddisfazione. tornare a fare 15 km, tornare a farli in condizioni ambientali non facili, avendo dormito poco e con niente nello stomaco (of course, solo un the verde), correre a 5' e 58" al km va comunque benissimo. insomma, forse possiamo dire che sono ritornato. e quasi quasi ragiono sul fatto di fare quelle due mezze maratone a gennaio che nel 2016 non sono riuscito a fare. ma questa è un'altra storia. buon proseguimento di domenica a tutte e tutti.

4 commenti:

  1. Non si può essere sempre al top. Tu però ce la metti sempre tutta lo stesso, bravo. E buona domenica!

    RispondiElimina
  2. Questa tua Gipigiata a Gorgonzola mi ha incuriosito certo non per parteciparvi purtroppo, ma per la bellezza che hai descritto della cittadina e dei dintorni che non conosco e che ho superato parecchie volte.
    Devo colmare la lacuna.
    Complimenti per i risultati.
    Abbraccione e buona chiusura domenicale!

    RispondiElimina
  3. Leggo un Francesco che si rallegra di ambienti bucolici. :)

    RispondiElimina
  4. Pensa che la Gipigiata l'ho sempre vista nei vari calendari e osannata da tutti. Ma non l'ho mai fatta. Non sono un vero runner. :)

    RispondiElimina