Visualizzazioni totali

giovedì 26 gennaio 2017

nella tua luce

"ho sempre pensato che fossi bravo". come sapete (o forse non lo sapete) non correvo da domenica mattina, cioè dalla mezza a Novara. non perché ci fosse da recuperare, ma perché sono stati giorni veramente pieni, fatti da cose insignificanti e da altre veramente belle. ma stavo in astinenza da endorfine, me ne stavo accorgendo. iniziavo ad avere impellente necessità di correre, anche se alle spalle avevo 4 ore di sonno che verso le ore 15 mi stavo addormentando davanti al pc mentre scrivevo un report. per cui passate le ore 19 sono andato sulla mia Martesana dove so che al giovedì ci sono runner della madonna. parto lento, quasi da riscaldamento, con primo km fatto in 5' e 55". ma poi capisco che stasera le gambe reggono bene e accelero. a i 5 giro sotto i 28', faccio un settimo km in 5' e 13". la risultante è che faccio 10 km in 55 minuti, a 5' e 30" al km. era da prima dell'infortunio di ottobre che non giravo così bene sui 10k. mi guardavo prima allo specchio. sono sempre più magro, il viso è quasi scavato. peso meno di 70 kg. ma mi vedo bene così, con questo fisico. gli accadimenti vanno presi, accettati. è giusto farsi delle domande. ma non troppe. la vita va morsa, talvolta nel vero senso della parola. le risposte sono nella tua luce.

6 commenti:

  1. Io sono una fautrice della filosofia del mordere la vita.

    Gran tempo, complimenti :)

    RispondiElimina
  2. Si. Le risposte sono nella luce che emaniamo. A volte sono solo quella luce. Se dentro è buio hai voglia a farci scaldare dal sole. Quello resta fuori.

    RispondiElimina
  3. Se così ti vede bene, nessun altro potrà dire il contrario.

    RispondiElimina
  4. L'importante è star bene con noi stessi.

    RispondiElimina
  5. Hanno già iniziato a chiederti perché non mangi e ti sei sciupato?

    RispondiElimina