Visualizzazioni totali

lunedì 30 gennaio 2017

nelle situazioni bisogna starci

capita talvolta che a persone di modesta cultura escano perle di saggezza incredibili. nel titolo di questo post c'è tutto: puoi pianificare, puoi razionalizzare, puoi proteggerti, puoi calcolare, ma alla fine la vita è fatta da imprevedibilità, da pulsioni, da salti nel vuoto. e come dice il mio amico R, a cui l'uso del congiuntivo risulta ostico quanto il cinese antico per il sottoscritto, nelle situazioni bisogna starci. sono appena tornato a casa dalla pizzata del trio delle meraviglie (nel senso che nella vita di minchiate ne hanno fatte a iosa), io, A. & A., a cui si è aggiunta la S., che un anno fa la A. mi ha proposto in chiave fidanzatesca ma che anche un cieco avrebbe capito che di fidanzamento lei ha zero voglia e interesse, e la trombamicizia la coltiva con reciproca soddisfazione con un finanziere felicemente sposato. era qualche giorno che la A. mi evitava. più volte le ho telefonato, sempre si negava. al limite, una lunghissima chiacchierata via whatsapp ieri pomeriggio. pensavo che la causa fossero i seri problemi di salute che sta avendo, che io li ho sminuiti volutamente, ma che in realtà preoccupano persino me. tutto ciò per dire che non era mia intenzione cazziarla, come purtroppo talvolta mi capita di fare proprio perché le voglio tanto bene. stasera raggiungo casa sua, salgo sul suv di A. arrivato prima di me e lei mi dice subito "Francesco, te lo dico subito prima che mi cazzii, mi sono ripreso C. dopo capodanno ma qualche giorno fa mi ha mollato per rimettersi con la ex e sto di merda". ora, la velocità con cui mi ha sbattuto in faccia la cosa è stata tale che ci ho messo un po' a riprendermi. però realizzata la cosa, fedele alla consegna sono stato molto accomodante, tanto che A. in pizzeria mi fa "sono stupito dal fatto che non la stai massacrando". però non l'ho cazziata solo perché mi sono imposto la cosa. se guardo a lei, all'altro mio amico, a me stesso, vedo delle persone che hanno sbagliato tanto, che hanno alle spalle una miriade di fallimenti soprattutto sentimentali (anzi, solo di quello si sta parlando, che non ve ne eravate accorti?), ma che certamente non hanno fatto del male a nessuno (anzi, è più facile che lo abbiano subito) e hanno cercato, provato, tentato di metterci passione, amore, affetto, calore. lei era incazzatissima, ma a sto giro credo che le passerà presto: ha altro, di ben più importante, a cui pensare. e allora ci siamo messi a ridere, a raccontare le cazzate che abbiamo fatto: di ieri, di oggi, e probabilmente anche quelle di domani. in fondo l'amicizia vale quanto e più dell'amore, soprattutto in questi casi. solo gli amici capiscono che nelle situazioni bisogna starci (ma quanto assomiglia questo post a quelli del vecchio blog?). e ora la mia preoccupazione è: andrò a correre domattina prima di mettermi in viaggio o domani sera, sapendo che potrei arrivare troppo tardi? (la risposta la so già in realtà, ma lo scoprirete col prossimo post). Mario Venuti, "veramente".

14 commenti:

  1. Tu andrai a correre, decisamente.
    Quando ti "cazzia" una persona che ti vuole bene, poi, ha anche più presa.

    RispondiElimina
  2. È proprio questo l'amicizia.
    Sapersi voler bene e cazziare se ce n'è bisogno.
    Forse quando è vera è anche meglio dell'amore.

    RispondiElimina
  3. Mi piaci più accomodante, devo dirtelo. Perché è vero che nelle situazioni bisogna esserci e che in certi errori si cade per mille e più ragioni che spesso da fuori non si riescono neppure ad intuire. Che le vuoi bene si nota. E' fortunata ad averti come amico.

    RispondiElimina
  4. Nelle situazioni bisogna starci. Un filosofo!

    RispondiElimina
  5. ...amare e voler bene non è dare sempre ragione ed assecondare...
    questo è poco ma sicuro

    RispondiElimina
  6. Non ho capito se te la trombi amichevolmente e poi vai a correre o vai a correre invece di trombamicartela?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai letto distrattamente.... io seppure sia contrario all'amicizia tra uomo e donna lei non me la sono mai trombata.... solo un paio di volte stavamo facendo la cazzata ma abbiamo fatto in tempo a fermarci....

      Elimina
    2. lui dice di non credere all'amicizia uomo-donna, già.

      Elimina
    3. Eh si Marie'se sto bene con una donna non può non venirmi la voglia di trombarmela

      Elimina
  7. Comunque noi tre sembriamo quelle di sex and the city in versione milanese imbruttito

    RispondiElimina
  8. no dai milanese imbruttito proprio no che nn sopporto questa definzione che in fondo appartiene a tutte le vere città

    RispondiElimina
  9. A volte bisogna cazziare, altre no.
    Io comunque tra tutte ste A mi sono persa :)

    RispondiElimina
  10. In amore non ci sono regole.
    Questo non significa, però, che non ci siano casini.
    ;)

    RispondiElimina