Visualizzazioni totali

lunedì 6 febbraio 2017

oh che bel castello

questo fine settimana ero dai miei, e di questo sono stato in linea generale molto contento. questa mattina pertanto ho corso in quel di Rivoli che, lo ripeto per l'ennesima volta, non è come correre in pianura. da casa dei miei per andare al centro di Rivoli bisogna salire. se si vuole andare al castello di Rivoli bisogna salire ancora di più. io in passato ho tentato tre volte la salita verso il castello con corsa continua (cioè senza camminare): alla stra Rivoli (che però faceva un giro pazzesco) e poi un paio di volte in allenamento. e ho sempre camminato negli ultimi metri. sono grosso modo 5 km e mezzo se fai il giro largo, dove affronti un dislivello di un centinaio di metri. che per i grandi runner non è un cazzo, per me è tanta roba. oggi ho fatto il giro largo, quello in cui alla fine hai uno strappo di una cinquantina di metri in poco più di un km. e questa volta ce l'ho fatta, cazzo se ce l'ho fatta. non solo gambe, ma tanta testa. gli ultimi 100 metri un tormento. quando ho iniziato a scendere (corsa frenata, sennò ci si scapicolla) mi son detto che già quella cosa valeva il prezzo dell'allenamento. ma in realtà no, perché oggi l'obiettivo era fare 14 km. e allora ho iniziato a girare per Rivoli. al decimo km o poco più ero di nuovo in zona casa dei miei. allora è iniziato il noioso e continuo saliscendi e curve, che caratterizza quell'asfalto a seconda che lo percorri verso Torino o verso Rivoli. mia mamma infatti mi ha detto di avermi visto passare sotto casa due volte, ma probabilmente saranno state anche tre. devo studiarmi un percorso più ampio, il problema è che ovunque incontri strade non protette, anzi per niente sicure. però ragazzi, se vuoi un allenamento duro quello lo è. alla fine 14,02 km fatti in 1h 21'08", 5'47" al km, 120 mt. di dislivello. decisamente soddisfatto, devo dire. come sono decisamente soddisfatto di questo inizio d'anno. a livello sportivo (questa settimana ho fatto più di 35 km) e anche non sportivo. mi sembra di vedere più chiaro di quanto già non sia solito vedere chiaro (pessimo italiano ma rende bene il concetto). che non è una brutta cosa. mi aspetta una settimana veramente impegnativa. per intanto vi auguro buona notte e buon inizio settimana.

12 commenti:

  1. Bella prova anche stavolta
    (che sonno....)

    RispondiElimina
  2. Buona cosa vedere chiaro, e perseguire obiettivi, ma più di tutti la mamma che ti sbircia dalla finestra. Quello un bel traguardo.

    RispondiElimina
  3. Sempre meglio.
    Mi piace questo tuo ottimismo :)

    RispondiElimina
  4. Beh, cimentarti su qualche saliscendi non può che migliorarti, come corridore? correrista? velopodista? (quale è il termine italiano per coloro che praticano la corsa, a parte il generico atleta?).

    RispondiElimina
  5. Provato ad andare verso Rivalta e poi correre lungo il Sangone?
    E' pieno di strade sterrate sia in piano che, sei vuoi, in saliscendi dentro la collina morenica.

    RispondiElimina
  6. Sei bravissimo. Io odio le salite e i dislivelli :D

    RispondiElimina
  7. Beh, contento della tua soddisfazione!
    Mica cazzi!
    Buon inizio di settimana :)

    Moz-

    RispondiElimina
  8. e tue mamma che ti ha visto passare, cose da mamma..

    RispondiElimina
  9. Il Piemonte è una regione molto...sabauda!

    RispondiElimina
  10. Oggi ho visto per la prima volta in rete( che vergogna!) Villa Regina a Torino, splendida!!!

    RispondiElimina