Visualizzazioni totali

venerdì 10 marzo 2017

barbara d'urso

oggi 9 marzo 2017 (cioè, adesso è il 10, ma è successo il 9 per intenderci), ho firmato il mio primo contratto di questa mia nuova "golden age" lavorativa. a 39 giorni dalla nomina ufficiale nel ruolo. in verità lavoravo al progetto dal 17 dicembre 2016. comunque si è trattato di un closing abbastanza veloce. e, va detto, una operazione che solo io potevo fare. i miei ascari qui al nord non ci sarebbero mai arrivati. sono contento. non è una grandissima operazione dal punto di vista economico, si poteva fare meglio, ma si poteva anche fare una beata minchia. piutost che nient l'è mei piutost, si dice da noi a Milano.
sono reduce dalla cena/festa dei vecchi scemi. ed è andata esattamente come pensavo che andasse. io ero il maschio più giovane di sicuro, probabilmente la mia amica A. la più giovane tra le fanciulle. uomini da buttare al macero, milf disperate ed anche un po' andate. ne ho salvate un paio. non quella più aggressiva della serata. perché ha ragione la mia amica A. "quella in bocca non lo prende, le fa schifo". che è esattamente quello che ho pensato quando ho capito chi fosse (l'avevo accompagnata a casa in auto una roba tipo quattro o cinque anni fa). delle due che ho salvato una mi sembrava in gamba per il lavoro che fa, l'altra perché era un mix tra la svendita primaverile di abiti invernali e la dichiarazione di guerra di Macao alla Cina. che fosse brutta come il peccato era particolare irrilevante. poi è arrivato il coglione. un commercialista che ha otto volte la mia memoria. si ricordava che eravamo stati a cena un tot anni prima alla cappelletta. non solo, si ricordava di cosa avevamo parlato. giuro, volevo infilare la testa nel forno insieme alle lasagne. ma su tutti c'era lui. colui a cui ho dato un soprannome involontariamente 18 anni fa e da allora questo soprannome riecheggia tra lombardia e liguria. lui che ha fatto tutte le trasgressioni possibili ed immaginabili nella sua vita: cocaina, sesso di gruppo, scambismo, ed oggi lui e la moglie guai a sgarrare la messa ogni domenica. poi certo, entrambi stasera si sono presentati vestiti come se avessero vent'anni in meno. ma sono dettagli questi. io quando sono con lui, e bevo qualche bicchiere di vino, formo un tandem d'attacco. per fortuna capita raramente.
e barbara d'urso che c'entra? e cazzo, eccome se c'entra, porca pupazzola.... buona notte. o buon giorno, è il caso da dire.....

8 commenti:

  1. "un mix tra la svendita primaverile di abiti invernali e la dichiarazione di guerra di Macao alla Cina"
    La mia testa sta ancora cercando di creare l'immagine...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero indecifrabile il Fra...
      Che poi ti spiega e dici "aaaaaah...quello intendevi"!
      ;D

      Elimina
  2. mica l'ho capito cosa c'entra la d' urso?
    o meglio un idea mi è venuta...nel dubbio che, non spiegherai, ti becchi uno stronzo preventivo 😜

    RispondiElimina
  3. Infatti cosa c'entra con l'ho capito :D

    RispondiElimina
  4. Ehhh come facevi a sapere che non faceva le pompe? XD
    Oh, complimenti per la trattativa ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  5. Sant'Agostino, prima di diventare un sessuofobo, fu un libertino terribile.

    RispondiElimina
  6. Certo che c'entra Barbara D'Urso. Uh e se c'entra. Dai su, si capisce anche il motivo e chi dice di no mente.

    RispondiElimina