Visualizzazioni totali

giovedì 2 marzo 2017

come sempre, la Martesana

il post di ieri sera era incazzoso e incazzato. neanche tanto, il giusto diciamo. quando sono andato a letto ieri sera mi sono addormentato subito, ma mi sono svegliato spessissimo nel corso della notte. ho anche sognato parecchio, ma mi ricordo solo un sogno in cui c'era una tartaruga che girava libera per casa, una casa che era la mia ma direi condivisa (con una donna, ma non ho ben identificato chi fosse); questa tartaruga a un certo punto mi saliva nel letto (e so per certo che era il mio letto). forse c'era pure un cane che cercava di mordere, invano, la tartaruga. vabbè, fatto sta che alle 5 e rotti mi sono svagliato e non mi sono più addormentato, che ho iniziato a pensare ai cazzi miei. ma io avevo la sveglia alle 6.25, e con calma mi sono alzato, ho cazzeggiato sullo smartphone, mi sono fatto il caffè, mi sono bagnato gli occhi e sciacquato il viso e me ne sono andato sulla Martesana a correre. partenza alle 6.35 che c'era già quasi luce. apro una parentesi: mi sono rotto il cazzo di correre con la calzamaglia da corsa. quella calzamaglia che a mia mamma suona ridicola e proprio torto non ha. ho voglia di correre in pantaloncini, ma al mattino fa ancora troppo freddo (5 gradi questa mattina). chiusa la parentesi, questa mattina volevo fare 10 km. sono partito abbastanza blando, ai 5 ero in 28'33", ma al ritorno ho aumentato il ritmo. nel frattempo spuntava il sole, e la Martesana si poteva vedere in tutta la sua bellezza. quest'anno è stata una figata 'sta cosa che non abbiano tolto l'acqua d'inverno. certo, la maleducazione e l'inciviltà delle persone non possiamo contrastarla, che buttano di tutto e di più. dicevo, ritmo aumentato al ritorno. che è poi ciò che conta in allenamento, che mica bisogna fare i temponi, poi a quell'ora del mattino e a stomaco vuoto..... ottavo km a 5'30", nono km a 5'25", decimo e ultimo a 5'21". alla fine 10,01 km in 56'03", 5'36" al km. direi molto bene. adesso sto elettrico, come capita quando corro con soddisfazione. vediamo stasera poi come sarò alla pizzata a cui boh....forse se declinavo era meglio. buon proseguimento di giornata a tutte e tutti.

8 commenti:

  1. Avevo visto la Martesana senz'acqua due anni fa e mi aveva quasi impressionato, sai?
    Comunque concordo con tua mamma: la calzamaglia da corsa, ehm, non è proprio bellissima :D

    RispondiElimina
  2. Mi mancavano i tuoi strani sogni :D son più che certa di non aver mai sognato una tartaruga in vita mia.
    Ecco, la sognerò questa notte.

    RispondiElimina
  3. ...e comunque - anche se siamo solo nell'ambito dei ricordi - correre al mattino presto quando fa freddo, ti tiene caldo tutta la giornata... ;)

    RispondiElimina
  4. Comunque è tremendo svegliarsi di notte e pensare ai cd. cazzi propri....

    RispondiElimina
  5. Dice che era un bell'uomo e veniva, veniva dal mare.
    Parlava un'altra lingua, però sapeva amare.
    E quel giorno lui prese mia madre sopra un bel prato...
    l'ora più dolce, prima d'essere ammazzato.
    ...
    Ed ancora adesso che gioco a carte e bevo vino, per la gente del porto mi chiamo Gesù Bambino.

    RispondiElimina
  6. Ma poi, di tutti i tuoi sogni, hai mai cercato l'interpretazione??

    RispondiElimina