Visualizzazioni totali

lunedì 19 giugno 2017

sabato e domenica

in un weekend che mi ha visto stare bene con tutti i miei affetti familiari al completo e con alcuni pensieri che mi sono sembrati concreti che attraversavano il cervello, due sono le cose che vorrei segnalare. una bellissima corsa mattutina domenicale, iniziata una manciata minuti prima delle otto da casa dei miei, dove approfittando delle brezza proveniente dalla val di susa e di qualche grado in meno mi sono potuto permettere 14 km di corsa da rivoli a collegno e ritorno ma con giro largo da bruere, fatti in poco più di un'ora e 21 minuti, a 5'48" al km. credo anche che correrò domattina, perchè sia domani sera che martedi mattina mi sa impossibile. poi oggi pomeriggio ho rivisto un bellissimo film del 2005 di cameron crowe, elizabethtown, che passava su paramount channel. bellissimo non solo per la presenza di una attrice che amo tantissimo, kirsten dunst, ma per il concentrato di emozioni positive che trasmette. lei poi è la donna che ogni uomo che dovrebbe avere. una così mai e poi mai me la farei scappare. buon inizio di settimana a tutte e tutti.

7 commenti:

  1. aria frizzante anche su Milano questo week end

    RispondiElimina
  2. Ma cosa intendete per temeprature piacevoli? Prechè io qui, per avere non più di 20 gradi, devo andare sopra i 2000 mt :-(

    RispondiElimina
  3. Meno male che ci sono i pensieri...

    RispondiElimina
  4. felice per questa tuo w/ we riuscitissimo, tra famiglia e donna dei sogni..e così che si fa...io ho passato tre gioni co nl'hard disk rotto..una vera goduria e anche oggi funziona male..basta accontentarsi..
    Bacione!

    RispondiElimina
  5. Anche a me capitò di vedere questo film una domenica pomeriggio, però autunnale, di pochi anni fa e lo trovai molto carino.

    RispondiElimina
  6. > con tutti i miei affetti familiari al completo

    Per le famiglie sparse diventa una cosa rara.
    Mi ricordo, quando ero bambino, di grandi tavolate, quasi ogni domenica, alla casa della nonna, nel paesino remoto del Trentino.
    E' un ricordo lieto, di affetti, di canto (si cantava molto, canti alpini), di cibo semplice e saporito, e il pregustarsi della gioia di tempi di abbondanza dopo le miserie e i sacrifici della guerra.

    RispondiElimina