Visualizzazioni totali

lunedì 31 luglio 2017

fine/inizio settimana

andiamo in ordine cronologico? facciamo così dai. sabato mattina mi alzo presto per andare a correre. e mi alzo controvoglia. sento che c'è qualcosa che non gira, faccio colazione, dopo un pò scendo sul naviglio. parto ed infatti sento un polpaccio, quello sinistro, tirare. sperando che passi proseguo, pur andando piano. supero il lambro, punto verso vimodrone ma ad un certo punto me ne torno indietro, che inizio a correre scomposto e il fastidio risale. mi girano i coglioni che metà basta, a quel punto decido di tornare a passo di lumaca se non di più. 12 km e mezzo di sofferenza ma soprattutto preoccupazione, anche se per fortuna dopo la doccia non sento dolore. esco, vado in libreria. mi alzo ed abbasso un pò di volte e mi gira la testa. torno a casa e mi misuro la pressione. 93/66, che è bassa per chiunque, per me è una roba che ha dell'incredibile. dopo pranzo vado al lago, che becco in versione pioggia torrenziale (credo che il lago maggiore sia la parte più piovosa d'italia). alla sera esce sulle borromee un arcobaleno bellissimo, che fa capolino proprio sull'isola bella. io sono a cena in riva al lago, in un bel ristorante con compagnia mica tanto bella, anzi direi decisamente brutta. ma la serata è piacevole, la vista pure, il cibo niente male. c'è anche una cameriera che assomiglia alla pornostar franco-tunisina, anissa kate. cercatela in rete, e capirete che si trattava decisamente un bel vedere. la notte dormo che è un piacere. ieri giornata con cielo sereno. pranzo al ristorante vicino la chiesa e dopo pranzo in piscina con compagnia questa volta decisamente più piacevole, e forse non è un caso. sono usciti confronti interessanti, e molto spontanei. potrebbero essere frutti del piacere che può comportare il mangiare un gelato a bordo piscina, ma non credo. dicevamo che non abbiamo più l'età per sopportare la brutta gente. e alla brutta gente non racconti (e non ascolti) un cazzo della vita. sono rientrato un pò prima dal lago che avevamo la cena prevacanziera con amici di milano dal nostro cinese che cucina solo italiano. figa quanto ho mangiato ed anche un pò bevuto. poi non riuscivo a farli andare a casa. eh si, perchè poi io questa mattina volevo tornare a correre, per capire lo stato del polpaccio. sveglia presto, partenza sulla martesana poco prima delle sette e subito il polpaccio lo sento durissimo. aspetto che si sciolga, ed effettivamente sembra che ciò accada. arrivo in via padova, al ritorno provo ad accelerare ed un km lo faccio anche abbastanza veloce, ma poi rallento nuovamente perchè non mi sento nella migliore delle condizioni. l'obiettivo è fare tra i 9 e i 10 km, alla fine faccio 9,29 km in 54'19", 5'51" al km. non è il massimo, ma per come si erano messe le cose sabato mattina non è male. sfioro a luglio i 165 km, che è il secondo mese per chilometraggio della mia vita runneristica. fatti a luglio, direi che non è male. vedete, ho iniziato col running, finisco col running. perchè questo è un blog di running, per la miseria!

3 commenti:

  1. A parte il polpaccio, direi che ti sei fatto proprio un buon fine settimana. Cibo, lago, piscina, compagnie a volte buone a volte meno.

    RispondiElimina
  2. Il lago con la pioggia é maliconico, non mi dispiace

    RispondiElimina
  3. Eh no. Il primato ce l'abbiamo noi, sia chiaro. Piovosamente parlando...

    RispondiElimina