Visualizzazioni totali

domenica 27 agosto 2017

tapasciata a merlino

questa mattina si è nuovamente provato il "brivido" (sono chiaramente ironico) di tornare a puntare la sveglia presto per tapasciare col gruppo. al caldo tornato prepotente si è associato ieri una giornata bella lunga. in primis sono andato all'ikea, dove ho acquistato una poltroncina (che terrò) e una scrivania (che vorrei restituire, visto che per montarla ci vuole un master avanzato al politecnico). risparmio la fatica nel trasportare la roba e smontare la vecchia poltrona, che oggi porterò insieme ad altra roba alla discarica. poi ieri sera cena con amici, dove mezza bottiglia di barbera si è fatta sentire rientrando a casa. insomma, questa mattina sveglia alle 6.20 circa, caffè con un biscotto, sciacquata al volto, ed eccomi arrivare in quel di merlino, credo unico comune della provincia di lodi lungo la paullese. noi come gruppo eravamo una ventina, neanche pochi visto che siamo ancora ad agosto. fatta la foto di rito, sono partito con il buon proposito di fare la 19 km ma capendo fin da subito che avrei fatto la 12. percorso interamente sterrato, quasi sempre sotto il sole, un caldo insopportabile. ad un certo punto dopo il decimo è arrivato un tratto con l'erba altissima (anche 15, 20 cm), una roba da incubo. alla fine il cartello dell'ultimo km è apparso salvifico. poco meno di 12 km fatti a 5'57" al km. una roba da tapascione, per l'appunto, ma oggi era impossibile fare di meglio. vabbè, ne guadagna il fisico, in particolare la muscolatura, perchè correre sullo sterrato indubbiamente fortifica. questa di oggi era una delle pochissime tapasciate in giro, e non c'era poca gente. ad un certo punto ho visto un vecchietto di almeno 75 anni, ma se ne avesse avuti 80 non mi sarei stupito. corricchiava curvo, per una malformazione fisica immagino, e quando l'ho affiancato e superato (immagino abbia fatto la 6 km) avrei voluto abbracciarlo. di esempio per quei giovani che sono campioni mondiali di divaning. detto ciò, buon proseguimento di domenica a tutte e tutti.

5 commenti:

  1. Alcune cose di ikea sono un incubo da montare...
    Ma correre con questo caldo è da applauso ;)

    RispondiElimina
  2. Infatti questo caldo tornato bastardo non ci voleva proprio. Ci avevo preso gusto a stare al fresco.

    RispondiElimina
  3. dovresti chiedere indietro i soldi, vi hanno fatto lavorare tagliando quel prato! Io ieri ho faticato a fare una camminata di 7 km (per dire come sono messo) :)

    RispondiElimina
  4. anche in montagna trovo anziani dove meno te li aspetteresti.. c'è speranza x tutti e x chi sta sul divano.. peggio x lui.

    RispondiElimina
  5. Io che ho la muscolatura ormai partita dalla malattia e tento con cure devastanti di fortificare , dovrei fare una cosa del genere.
    Sicura di poter riuscire per qualche metro nemmeno affiancarmi al vecchietto che tu citi,ma chissà meglio di tante porcherie ingurgitate potrebbe essere con il classico beneficio del dubbio
    Abbraccione

    RispondiElimina