Visualizzazioni totali

lunedì 4 settembre 2017

segnali

eh si, ci sono segnali molto chiari che dicono che l'uscita runneristica a venire sarà una uscita di merda. nel precedente post avevo scritto che avrei corso questa mattina. sbagliato, è successo che verso le tre mi sono svegliato, un pò infreddolito, e ho capito che al mattino non ce l'avrei mai fatta a correre. e quindi non ho fatto altro che spostare la sveglia in avanti, all'ora prevista per andare in ufficio. poco male, andrò a correre questa sera. faccio un paio di telefonate, una completamente diversa dall'altra, e alle 18.30 sono pronto per correre sulla martesana. solo che fin da subito mi sento attraversato da dolori, in modo particolare al polpaccio sinistro. la testa mi dice che devo andare avanti, che devo fare i 10/11 km previsti stasera. fa caldo ma non caldissimo. ci sono 25 gradi, il sole si può già dire scomparso. insomma, roba accettabile. arrivo fino al lambro, giro tutto sommato in modo decoroso, ma dal settimo km inizio a soffrire maledettamente. al nono km, passato viale monza, mi fermo. poco più di 51 minuti, a 5'41" al km. che non sarebbe neanche male ma non è quello che volevo fare. riparto per fare un pò di defaticamento fino alla cassina de pomm. lì mi fermo a bere alla fontanella, faccio un pò di stretching, dopo di che faccio un allungo di 250 metri verso casa. alla fine ho fatto meno di 10 km e mezzo, ma con un senso di spossatezza che non potete neanche immaginare. a casa doccia, cena, pomata (spero) miracolosa, antinfiammatorio. spero adesso di riprendermi, per intanto me ne vado sul divano. buona serata amiche ed amici.

6 commenti:

  1. Segnali e sensazioni vanno sempre ascoltati, anche quando non sono lampanti come vorremmo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi su rai uno c'è un film con Hugh Grant che ha indubbiamente un suo perché

      Elimina
  2. Beh, se hai dolore o fastidi, meglio così. Goditi il divano^^

    Moz-

    RispondiElimina
  3. E questa pomata miracolosa quale sarebbe? :D

    RispondiElimina
  4. Se ricomincio a fare sport voglio un gioco, qualcosa di divertente.

    RispondiElimina