Visualizzazioni totali

domenica 15 ottobre 2017

cremona half marathon, decisamente soddisfatto

amiche ed amici, è impresa ardua raccontarvi quanto pesante sia stata la giornata di ieri. aggiungo che per poter rientrare a casa ho dovuto mettere in scena un paio di interventi che definire machiavellici è ancora poco. in ogni caso, ho spento la luce del comodino, quello che si trova alla sinistra del mio letto, a mezzanotte e dieci. dopo 30 secondi dormivo di brutto. alle sei mi sono svegliato, perchè c'era da vestirsi, fare colazione, andare a prendere la mia mitica amica triatleta e muoverci in direzione cremona, dove eravamo iscritti per la half marathon. lo sapete, me ne ero pentito. troppo lontana da milano (100 km), la strada avvolta nella nebbia, ben 5 autovelox nel percorso (e speriamo di averla fatta franca), la difficoltà di trovare un parcheggio comodo, partendo la gara praticamente in centro. alla fine alle 8.10 eravamo a cremona, qualche minuto per trovare il parcheggio, e alle 8.30 eravamo pronti per ritirare il pettorale. con la giornata di ieri le sensazioni per la gara erano pessime. poi però succede che la nebbia va via, vedo tanta gente che conosco, quelli del mio gruppo in particolare, ma anche altri conosciuti nei gonfiabili di tante gare o anche solo conosciuti oggi. poi c'è un bell'ambiente, siamo in tanti e sembra una festa, con una organizzazione pressochè perfetta. alle 9.30, puntuale, parte lo start. noi come gruppo decidiamo di partire nelle retrovie, ma per retrovie intendo proprio la fine del lungo serpentone. insomma, un pò di voglia di correre mi viene. nel senso che non solo so che arriverò al traguardo, ma so anche che qualcosa di decoroso posso anche fare. cremona è una città falsamente piana. i 67 mt di aumento quota accumulati non rendono l'idea. ci sono strappetti continui. possono anche essere solo di 3 o 4 mt in altezza  (o in discesa), ma ti obbligano a regolare il passo. pur essendo una mezza che non avevo mai corso questa cosa l'avevo letta in rete. occorre essere conseguenti, non andare a bomba all'inizio, in quei primi km di discesa, per non pagare dazio dopo. passo ai 5 in 28'22, ai 10 (in una bellissima cornice di pubblico tra l'altro) in 57'07". ho un brutto 13°, a 5'57", ma poi recupero bene. molto fastidioso il tratto fuori cremona, con 2 km ad andare e due a ridiscendere veramente tutto fuorchè veloci. li faccio anche bene, ma li pago al 18°, fatto di nuovo a 5'57". inizia poi il rientro in centro, ho un 19° in leggera salita fatto a 6'11" ma paradossalmente il 20°, con 11 mt di aumento quota, a 5'52". ormai è fatta, anche al di sopra di ogni rosea aspettativa. supero il capitano del mio gruppo, incoraggio una che dice "non ce la faccio più" dicendole "dai che siamo arrivati!!!!". e il mio incitamento funziona, visto che arriverà al traguardo una decina di metri prima di me! gli ultimi metri sono in vera salita, ma ormai sento lo speaker e significa che è fatta. alla fine sono 21,19 km (questa è stata la mia linea, 90 mt in più della distanza) in 2h02'48", a 5'48". che, ripeto, per come ci sono arrivato è risultato che mi soddisfa non poco. è la mia terza mezza in 35 giorni, la quarta domenica consecutiva che supero i 21 km. vado al ristoro a bere, recupero (o meglio, lei recupera me) la triatleta, saluto un pò di runner e vado a ritirare pacco gara (uno dei migliori mai presi da quando corro, c'era di tutto, olio, torrone, pasta, integratore, pomata, the, cioccolato, e qualcosa dimentico, oltre che una bella maglia a maniche lunghe) e borsa. niente doccia, e quindi esibizione in un quasi strip tease che ha fatto tanto spot whatamericanboy, lasciamo cremona abbastanza presto, ma la mia amica ha deciso che deve spendere un centone in uno dei tanti salumifici della zona. uno di questi acquisti è un mega salame che al momento si trova nel mio frigo; lo porteremo stasera a casa del nostro amico A., presso cui abbiamo organizzato il terzo tempo fatto, oltre che dai salumi, dalla toma del mottarone e da tanta, tantissima birra. ad maiora!


4 commenti: