Visualizzazioni totali

domenica 5 novembre 2017

venerdi e sabato

inizio dalla parte podistica, se vogliamo chiamarla così. domani pare che nel nord italia arrivi una gran pioggia, e direi finalmente visto che quanto meno nel nordovest non piove da più di un mese. allora sono andato a correre stasera. una fatica bestiale. male ovunque, dalla schiena al ginocchio sinistro per finire al polpaccio destro. il periodo è questo, dura da qualche settimana, le cause sono abbastanza note. ritengo doveroso però non fermarmi. questi acciacchi passano spesso all'improvviso. quando succederà questi km messi in saccoccia saranno non utili ma utilissimi. per intanto stasera 10 km in 1 ora altrettanto tonda. penosi ovvio, ma come ho scritto avevo male ovunque. la testa ha fatto meglio delle gambe, questo è poco ma sicuro. e d'altro canto dormire sul divano non fa bene. questo perchè ho lasciato il letto a mia figlia, che ho preso ieri pomeriggio e portato a milano. ieri sera siamo andati a mangiare il sushi in viale monza, assieme ad una coppia di mezzi amici habituè di quel posto. si mangia bene, si beve benino (e mia figlia non si tira indietro, devo dire, non so essere preoccupato o che altro), si spende da sushi milanese cioè abbastanza. oggi siamo andati in giro per concessionarie, perchè come promesso all'epoca dei suoi 18 anni c'era da comprarle l'auto ora che ha preso la patente. usata, perchè è giusto che sia così, ma bella, comoda e sicura. ci si può permetterselo, sia chiaro, ma io non perdo occasione per ricordarle che non è affatto scontato che sia così. che se la dovrà mantenere lei, gestendosi una parte dei soldi che tutti i mesi le arrivano. poi quando dice che sua mamma ha tante spese mi fa i girare i coglioni, visto che la bastarda faceva e ancora un pò fa la cresta sui soldi, ma se si nasce opportunisti è difficile smettere di esserlo col passare degli anni. per il resto sembra che tutti gli amici siano ufficialmente (seppur poco probabilmente, che il mio amico A. vede una da domenica e già vuole farla vedere in gruppo, ma si può?) fidanzati, solo io continuo imperterrito nel mio status di chi vive alla giornata. buona notte amiche ed amici, alla prossima.

4 commenti:

  1. Anche i miei genitori ai miei 18 anni mi presero la mia macchinina usata rigorosamente ma sicura e comoda e ancora mia compagna di viaggio e vita! :) Il sushi a Milano a me è piaciuto tanto, noi andammo da Temakinho *.* Insomma, gran bel weekend per tua figlia :)

    RispondiElimina
  2. Sono felice per tua figlia :) ed è giusto insegnarle che non è tutto scontato. Comunque penso lo sappia già.

    RispondiElimina
  3. Hai fatto bene ad educare così tua figlia. Purtroppo quando mi guardo in giro vedo che molti miei-nostri coetanei non si rendono conto dei sacrifici dei genitori; spendono e pretendono come se non ci fosse un domani e magari si offendono pure se non c'è la possibilità, invece di tirarsi su le maniche e cominciare a provvedere da soli :-/

    RispondiElimina