Visualizzazioni totali

mercoledì 20 dicembre 2017

cosa conta di più

lunedi ero via per lavoro, ieri sera ho avuto la bicchierata/panettonata/pandorata del mio gruppo podistico, che lì ogni occasione è buona per fare festa. e siccome al mattino prima del lavoro non c'è assolutamente verso di affrontare buio e temperatura sotto zero, sono uscito a correre stasera (con 1°, sai che differenza). ma prima di scrivere della mia uscita di stasera, dico che il mio capo che è anche amico nonchè compagno di diverse avventure non solo lavorative ha qualche problema cardiaco. non sembrerebbe roba grave ma neanche da sottovalutare. l'ha beccata in tempo perchè è un fifone. bello, col grano, vestito bene. siamo in tanti così nel nostro ambiente. quasi condannati ad essere eternamente giovani. solo che giovani non siamo più e se non altro per le leggi della statistica incappiamo in vicende del genere. oggi poi una mia ex collaboratrice è andata in pensione. se giro la testa di 90 gradi a sinistra in questo momento ed apro un cassetto troverò una foto di una trasferta a cagliari degli anni 90. una ventina d'anni fa c'ero io e c'era lei. contava pure abbastanza, era quella che si chiamerebbe oggi una "assistente di direzione", perchè molto più di una segretaria. oggi era confinata a fare un lavoro non del cazzo ma fatto a cazzo. relativamente giovane, non ci ha pensato un attimo a levarsi dalle balle avendone la possibilità. ieri sera poi alla bicchierata ho scoperto, nel senso che l'ho chiesto con la mano davanti la bocca, che due del nostro gruppo tra i più attivi (lui nel direttivo, lei runner più attiva) erano sposati fino a pochi anni fa. cioè, io mi ricordo quando mi sono iscritto, quei due avevano la fede e me li davano per sposati. poi si sono separati, ma vedo che sono in buoni rapporti. come facciano non lo so, ma così è.
vabbè, forse perchè ho fatto un giorno in più di riposo, forse perchè sono in congiuntura "favorevole" (sempre considerando che sono una pipparunner), ma stasera le gambe me le sentivo bene. scendendo sul naviglio la cosa più importante era vincere il freddo (lo ribadisco, ma i coglioni del riscaldamento globale si sono accorti di questo dicembre rigido?). obiettivo era rosicchiare ancora qualche secondo al km, facendo dai 10 km in sù. stasera qualche runner forte c'era, tra tutti hulk/canottiera, che anche a dicembre corre, per l'appunto, in canottiera. non avevo voglia di arrivare fino al lambro, perchè a quell'ora il semaforo di piazza costantino e il tratto di via padova sono una camera a gas. questo ha comportato che una volta ritornato sotto casa mia c'era da inventarsi il percorso a criceto. ai 10 sono passato mettendoci oltre un minuto meno dell'uscita di domenica mattina. a quel punto ho deciso che dovevo fermarmi all'ora spaccata. in cui ho percorso 10,74 km, a 5'35" al km. recuperati altri 7" al km. prossima uscita ripetute. e con questo chiudo il terzultimo post del 2017, buona notte a tutte e tutti.

17 commenti:

  1. Il freddo che c'è a Roma in questi giorni probabilmente vi farebbe ridere.. a voi nordici.. ma vi assicuro che è bello tosto.. e in scooter ancora peggio (prendere la macchina è follia.. )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque fa freddo...
      Ma correre è impensabile già normalmente per me, figurati a -2°....

      Elimina
  2. un punto alla tua "giovinezza" a prescindere...correre con 1^ è roba tosta, per me 10 gradi è già Siberia :))
    ciao!

    RispondiElimina
  3. In questi giorni per mantenere una costanza negli allenamenti bisogna avere davvero una grande forza di volontà!

    Consolati comunque, io quando sono uscito ieri sera c'erano -4 gradi :(

    RispondiElimina
  4. Mi incuriosisci sempre di più! Ti leggo da poco quindi forse nei post vecchi parli maggiormente di te, ma "mi ti" immagino consulente di una grossa azienda (Accenture per esempio) sempre impeccabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, è un damerino non da poco... :)))
      Ma senza la puzza sotto il naso.

      Elimina
    2. Cioè Gioia tu lo hai visto de visu e io no? Gelosiaaaaaaaa :PPPPP

      Elimina
    3. Non mi ha visto, se non attraverso qualche foto che puoi trovare anche tu andando indietro nel blog. Però conosce bene blogger che mi hanno visto più volte 😊

      Elimina
  5. Sei tu che riscaldi il pianeta! :) Buonissimo tempo, Fra. Ci leggiamo

    RispondiElimina
  6. Non è impossibile restare amici anche da divorziati, o meglio... se non proprio amici, almeno in buoni rapporti XD
    Vai così, vogliamo anche te in canottiera nel gelo milanese!^^

    Moz-

    RispondiElimina
  7. Sono morta quando ho letto che quel tizio corre in canottiera. Mitico, beato lui che ci riesce.

    RispondiElimina
  8. La mia ultima sessione di corsa nel mio Piemunt orientale risale a metà dicembre 2015 a 6-7 gradi, con fuseaux, felpina e giubbottino anti vento, nella nebbia... che nostalgia!!! Niente di più lontano da quello che riesco a fare adesso.

    RispondiElimina
  9. Il freddo di questo periodo è insopportabile, davvero....Bravi quelli che rimangono in buoni rapporti con gli ex, pure io non so come facciano, ma sarà che io sono estremista e una volta che esci in malo modo dalla mia vita puoi andartene benissimo so io dove....ecco forse il segreto è non lasciarsi in male, ma come si fa?

    RispondiElimina
  10. Io sto morendo di freddo a Palermo, non voglio immaginare a Milano 😅

    RispondiElimina
  11. Sai a me cosa mi fa più impressione di quello che corre in canottiera? Che ha ancora meno paura di voi altri runner che gli possa venire qualcosa. Sto diventando Carlo Verdone, tra l'altro sono una cultrice dei suoi primi film (fino a Viaggi di nozze). Alcuni li conosco a memoria.

    RispondiElimina
  12. Sei pronto per il Cimento invernale allora ;D
    Auguri!!! 🎄🎁🎉⛄🎄

    RispondiElimina
  13. Ho idea che il riscaldamento globale si misuri con criteri più complessi.

    RispondiElimina