Visualizzazioni totali

martedì 23 gennaio 2018

la fabbrica del disagio e 9 km e qualcosa di primissimo mattino

ieri sera ho scritto un lungo post. un bel post, di quelli che piacerebbero al mio pubblico femminile che ormai ha a noia le mie "prodezze" da pippa runner. parlava di disagio, ignoranza ed egoismo. parlava di una ragazza incinta perchè solo così riesce a dare un senso alla propria vita, di genitori irresponsabili che antepongono le proprie esigenze a quelle dei figli, ignorandoli, mandandoli in esilio, non seguendo i loro problemi adolescenziali, di una donna che non ha pace se non mette al mezzo della propria esistenza un uomo, di una amica che mi dice di mettere la lingua in bocca ad una con cui non c'è compatibilità alcuna. ed infine parlava di quanto paghi però essere egoisti, che questo è un mondo che non premia i virtuosi. ma questo post non l'ho pubblicato. troppo intimo, troppo forte, nei toni e nei passaggi. ho preferito condividerlo con chi mi è caro. anche se la forza evocativa della parola, della scrittura in particolare, può essere motivo di incomprensione, anche con chi è caro.
e così me ne sono andato a letto, anche abbastanza presto. ho messo la sveglia alle sette, che questa mattina volevo e dovevo correre. buio e freddo, ma questa volta non ho avuto esitazioni. uscire così presto significa forzare e forzarsi, ma come dice una mia amica runner "basta volerlo". stomaco vuoto che più vuoto non si può, attraverso la strada, accendo il gps ed eccomi pronto alle 7.15 per capire se la mezza di allenamento di domenica scorsa ha portato benefici. e così è parso. sento le gambe scorrere abbastanza bene, ma soprattutto la respirazione è buona. potrei accelerare ma riservo ciò per il ritorno. settimo e ottavo km poco oltre i 5'30", nono ed ultimo che mi prefisso di fare ancora più veloce. infatti giro a 5'20", che è buono soprattutto perchè ho dovuto fare un giro strano per aspettare che un semaforo da rosso diventasse verde (ormai ero a casa). alla fine 9,05 km in 50'57", 5'38" al km. per una serie di congiunture astrali dovrei/potrei correre anche domattina. per intanto, buona giornata a tutte e tutti.

8 commenti:

  1. Tanto di cappello! La tua forza di volontà è da '666' :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. coincidenze? io non credo..... :-)

      Elimina
    2. A mezzogiorno ieri ho cercato di correre 6.66 km, nemmeno quello sono riuscito a fare, perchè la mezzora di corsa mi ha fatto sforare di 110 metri :)

      Elimina
  2. Io lo avrei letto quel post intimista ma a dire il vero ho apprezzato anche questo.

    RispondiElimina
  3. I virtuosi, però, la sera vanno a dormire in pace con la propria anima...

    RispondiElimina
  4. Correre alle 7! Wow sarebbe un sogno per me.. se voglio correre di prima mattina dovrei fissare la sveglia un'ora prima del solito (ergo 5.30) chi me lo fa fare?
    Sarei stata curiosa di leggere il tuo post "intimo".

    RispondiElimina
  5. Anche io evito post troppo intimi... neanche li scrivo e cancello, rimangono in testa ed esitano ad andarsene.

    RispondiElimina
  6. Ah non dirlo a me. Non puoi neanche immaginare per quanto meno mi censuri. O forse sì?!

    RispondiElimina