Visualizzazioni totali

domenica 14 gennaio 2018

oltre il lambro

ieri sera doveva esserci una cena in uno dei ristoranti che frequentiamo maggiormente, quello di proprietà del cinese che non fa cucina cinese. ma è saltata, causa influenza che ha colpito più persone. poco male, sono rimasto a casa e mi sono visto un film che mi ha fatto anche sorridere (quello di verdone ed albanese di un anno fa). lo sapete, io non mi annoio mai. otto ore di sonno ristoratore, e questa mattina ero pronto (si fa per dire) per correre sulla martesana. freddo, ma meno di quello che avevo letto sui social dai miei amici runner che oggi erano in gara. io ero bardato tantissimo (guanti e cappello) ma secondo me non ce ne era bisogno. volevo fare qualche km in più, visto che magari i km complessivamente li faccio ma non è che le distanze delle singole uscite siano chissà che cosa. ho circumnavigato il parchetto di melchiorre gioia e mi sono messo di buona lena sulla martesana. andatura lenta, da piazza costantino a via idro ancor di più. arrivo al lambro e lo supero, cosa che non so da quanto tempo non capitava. passo sotto la tangenziale e arrivo al cartello di cologno. faccio il giro della via milano e torno indietro. continuo ad andare piano, in alcuni km anche troppo piano (e faccio anche fatica a capire il perchè, non vorrei che in realtà fosse che il garmin non mi legge per niente i passaggi sotto i ponti). mi rimetto nel tratto che porta verso casa mia. quando arrivo in largo zuretti sono a 12 e mezzo percorsi. l'obiettivo è arrivare ai 14. non sento particolarmente la fatica, anzi l'ultimo km "accelero" persino un pò. alla fine sono 14.03 km in 1h23'21". tempo ridicolo, ma almeno qualche km in più l'ho messo. anche questa settimana raggiungo i 40 km di percorrenza. dall'inizio dell'anno sono 80,22 km per l'esattezza. la settimana prossima dovrebbe essere di scarico, che domenica prossima si torna a fare una mezza che considero assolutamente di allenamento. ma poi si vedrà, se ho voglia di correre io corro. buon proseguimento di domenica a tutte e tutti.

9 commenti:

  1. Come sta la tua bimba?
    Era un po' che volevo chiedertelo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene direi, studia, sperando che la scelta di una facoltà difficile e non rientrante nel suo percorso liceale paghi.....

      Elimina
    2. Che facoltà ha scelto? Se può rincuorarti per mia esperienza, le superiori mi hanno solo aiutato nel metodo di studi, altrimenti zero proprio...

      Elimina
  2. Io pure cerco sempre di sconfiggere la noia. E' una di quelle cose che detesto e allora lotto in ogni modo pur di non caderci mai.

    RispondiElimina
  3. Io mi stanco solo a leggerti, è più forte di me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno, chissà magari perdiamo anche peso e ci tonifichiamo per osmosi leggendolo... :)

      Elimina
  4. Io spererei di non beccarmi l'influenza!

    RispondiElimina
  5. non fa freddo in città e c'è neve in montagna, meglio di così..

    RispondiElimina