Visualizzazioni totali

domenica 25 febbraio 2018

la mezza di treviglio non delude mai

vi sarete accorti che non ho parlato di running negli ultimi post. ma l'avevo detto che non avrei corso con tutta probabilità infrasettimanalmente, poi come sapete ci si è messa l'intossicazione alimentare di lunedi scorso, con tutti i suoi strascichi, ed il cerchio si è chiuso. questo è stato un weekend sportivo. ieri da spettatore, con due eventi a cui ho assistito, tra tutti essere andato a san siro a vedere lo spettacolo penoso della mia inter contro la squadra ultima in classifica (mi sa che era più di un anno che non andavo allo stadio, e mi sa che il prossimo intervallo sarà ancora più lungo). ma questa mattina in modo attivo. sveglia alle 6.33 (anzi, doppia sveglia) e via in direzione treviglio, dove avevo una mezza maratona. a treviglio tre anni fa ho fatto la mia prima mezza. allora faceva freddo, ma mai come questa mattina. ormai non solo non sbagliano più le previsioni del tempo, ma indovinano pure l'ora in cui arrivano le perturbazioni. su milano e dintorni doveva arrivare questa notte e così è stato, quando sono uscito di casa, e ancor più quando ho imboccato la cassanese, ho visto la patina di neve e la temperatura a zero gradi. arrivo come sempre per primo, alla rinfusa arrivano gli altri del mio gruppo. oggi eravamo in 14, un bel numero, ma treviglio è per noi appuntamento fisso. è una mezza tosta, non tanto per il percorso, quasi interamente pianeggiante, ma perchè si svolge nelle campagne circostanti, e pure poco protetta visto che non riescono a bloccare il traffico quando imbocchi le provinciali. ha un tempo limite bassissimo e non è corsa per amatori, io ho sempre visto runner agguerritissimi (e le runnerine ancor di più), di quelli poco inclini alle corse mondane. quando ci siamo allineati al gonfiabile della partenza cadeva qualche fiocco di neve, io ero intabarrato come era giusto che fosse (sul connect leggo di temperatura percepita di -3,9°). alla partenza le sensazioni sono buone, giro bene ai 5 (28'11"), ai 10 (56'26"), evito i primi due ristori, faccio fatica al 14° che è in leggera salita e vado oltre i 6'. dal 13/14° km purtroppo il vento gelido è completamente contro. una roba bestiale, stando in aperta campagna. mi sembrava di essere in un film che descrive la battaglia di stalingrado, mi aspetto che esca un panzer tedesco o un commando dell'armata rossa da un momento all'altro. al 16° mi fermo al ristoro, e qui non so se ho fatto bene. è vero, ero stanco, qualcosa dovevo mandare giù, anche solo un the caldo. però fin lì stavo andando bene (ero a 1h31'42"), poi quando ho ripreso ho perso smalto. 17° a 6'04", 18° a 6'12". supero in relativa scioltezza un sottopasso che sapevo essere poco prima del 20°, senza sentire particolarmente il tratto in salita (ed infatti seppur di un secondo vado sotto i 6'). a quel punto è fatta, anche questa mezza la porto a casa. l'anno scorso quell'ultimo km l'avevo fatto a manetta per stare sotto le 2 ore, ma oggi non è cosa. il freddo inizio a sentirlo veramente tanto, labbra e guance ormai mi sembra di non averle più. mi concedo solo l'ultimo rettilineo, vedo il fotografo di podisti.net, faccio una espressione così guerresca che posterò sicuramente su facebook. chiudo in 2h02'22", non è un grandissimo tempo ma per come stavo andando finora sono decisamente soddisfatto. rifiato, prendo un pò di the, saluto gli altri (niente doccia, niente pranzo con gli altri, volevo solo andare via prima possibile, a casa sono stato 20 minuti sotto la doccia calda e ho freddo ancora adesso). tra sei settimane avrei quello che sapete. sono ancora convinto di non potercela fare. però un pò di fiducia oggi l'ho presa. io amo correre, perchè correndo si va avanti.

10 commenti:

  1. Bravo Francesco :) nonostante tu sia stato male, sei stato proprio bravo anche stavolta.

    RispondiElimina
  2. Grane Fra. Fiducia fiducia fiducia. E cautela :) Con quell casino dell'intossicazione, hai avuto un bel fegato e sei stato ripagato in sensazioni e buone vibrazioni.

    RispondiElimina
  3. Ci sono tutte le premesse x fare bene anceh al prossimo giro.

    RispondiElimina
  4. Io sono sicura che andrà bene e ti divertirai tantissimo!

    RispondiElimina
  5. ma no ragazze, nella maratona non c'è divertimento !

    RispondiElimina
  6. sono sicura che andrai sempre meglio!

    RispondiElimina
  7. Che recupero :) Bravissimo e andrà sempre meglio! E comunque questi sono giorni troppo freddi, sei già stato bravo ad aver la forza di uscire di casa !

    RispondiElimina
  8. Mitico, hai superato una Stalingrado!

    RispondiElimina
  9. Espressione guerresca ma sorridente e disinvolta! Bravo!

    RispondiElimina
  10. invece è un buon tempo secondo me

    RispondiElimina