Visualizzazioni totali

venerdì 27 aprile 2018

runner's high (lo sballo del corridore)

non è una leggenda, è tutto vero. correre comporta il rilascio di endorfine. è come drogarsi; alla fine di un esercizio fisico aerobico, e la corsa lo è, si sta da dio. se non ci credete vi linko l'apposita pagina wikipedia. gli studiosi lo chiamano "runner's high", lo sballo del corridore. stasera ne avevo bisogno. questa mattina ho fatto una cosa fastidiosa ma necessaria. ho dovuto parlare con la responsabile del personale per autotutela (nell'immediato) e per posizionamento (nel medio periodo) a seguito di una vicenda veramente del cazzo. lei ci ha messo un pò a capire, ma quando ha capito è sembrata comprendere. cosa che in sè non significa un cazzo. però mi sono rotto i coglioni, non si può solo vivacchiare, le porcherie vanno fatte emergere. male che vada, mi licenziano, ma mi devono coprire di soldi. detto ciò, stasera sono andato a correre sulla mia martesana. faceva caldo, ma 22 gradi non sono i 27 dell'altro ieri sera. poi c'era un leggero venticello, che compensava i tratti sotto il sole. stasera senza giri strani ho puntato direttamente il lambro, 5 km ad andare e 5 a tornare, grosso modo. all'andata direi bene, ero sotto i 28 minuti sui 5, al ritorno meno bene perchè in piazza costantino il semaforo era rosso e non avevo voglia di fermarmi, per cui ho fatto un giro su via adriano praticamente passando in mezzo le macchine, insomma un casino (anche un pò incosciente) tanto che il settimo km l'ho fatto a 5'58". gli ultimi tre km sul naviglio sono andati meglio, alla fine ho fatto 10,06 km in 56'52", a 5'39" al km. ma soprattutto dopo stavo (e continuo a stare) benissimo. sono di un tranquillo e pacifico che neanche immaginate. e per i prossimi 4 giorni, grazie al ponte del 30 aprile, non voglio pensare ad una beata minchia. domattina vado dai miei per un paio di giorni, e ne sono contento. io comunque faccio il tifo per il sig. nestlè, ma sapendo che occorre concedere la libertà e non puntare al possesso.

7 commenti:

  1. Io sono una grande fan del Nesquik, sa sempre :)

    RispondiElimina
  2. Come si sta dopo è uno dei motivi per cui si esce. Io non corro eppure già camminando mi sento alle stelle quando finisco.

    RispondiElimina
  3. Hai fatto bene!il silenzio permette solo che le situazioni peggiorino!

    RispondiElimina
  4. Eh si...mi mancano quelle endorfine...

    RispondiElimina
  5. E infatti da quando corro e torno a casa serafica nessuno obbietta alle mie uscite.

    RispondiElimina
  6. Mi sa tanto che dovrò iniziare a correre anche io...Uno sballo che non fa ingrassare e che ti fa stare bene mi sembra il top! *.*

    RispondiElimina
  7. Aspetto in gloria questa sensazione!

    RispondiElimina