Visualizzazioni totali

mercoledì 30 maggio 2018

fine maggio

chiudiamo questo mese di maggio con due fatti positivi. il primo, molto materiale, è che anche questa mattina ho percepito lo stipendio, che nel mio caso non è affatto cosa disdicevole. il secondo è che ho chiuso il mese di maggio (perchè so già che domani non correrò) con un discreto kmetraggio. ho fatto infatti quasi 173 km, 17 in più del mese scorso e di poco sotto il miglior kmetraggio di quest'anno, ovvero i 176 di gennaio. per contro, stasera avrei volentieri fatto di più a livello di uscita, ma così non è stato. faceva sì caldo (25 gradi dice il connect, 27 diceva la mia auto quando ho parcheggiato nei pressi di casa), ma ho sentito qualche dolorino di troppo tra ginocchio sinistro e schiena. niente di grave o preoccupante, direi solo la stanchezza e lo scazzo di questi giorni, lavorativo e non. pensate che avrei voluto fare dai 12 ai 14 km stasera. dopo 7 km fatti in poco più di 40' mi sono fermato. e credetemi, ero morto. recuperato il polmone che mi era scivolato nella martesana, ho ripreso facendo qualche centinaio di metri di defaticamento, per permettermi di andare a bere alla fontanella. vista una panchina libera ho fatto un pò di addominali, perchè sarò tonico dappertutto, ma vi è quell'unico punto che si sa è assai critico per noi uomini. il problema è che ero talmente sudato che scivolavo sulla panchina. vabbè, a quel punto ho fatto un altro km o poco più di defaticamento e me ne sono andato a casa. altra criticità di stasera sono stati i moscerini; ne avrò mangiato non so quanti, una roba veramente brutta fidatevi, un continuo in qualunque tratto del naviglio. devo tornare a correre al mattino, oppure a quest'ora. ha iniziato a piovere (cosa che capita immancabilmente ogni giorno) e si sta benissimo. lo sapete no, leggenda dice che sulla martesana ci sia qualcuno che corre con qualunque clima e a qualunque ora. e in effetti nei miei 3,5 km di naviglio non mi è mai capitato di essere solo. chiudo con una parentesi politica. a vedere gli attacchi al quirinale di questi giorni, alla manfrina indegna e sciacallesca di salvini, di maio e di battista, io dico che chi ha votato 5stelle o lega qualche interrogativo deve porselo. e, la tocco piano, raccontarsi che ha fatto una solenne cazzata, e mi girano le palle che io debba pagare per la loro minchiata cosmica. viva l'italia, viva l'europa, viva il fronte repubblicano.

9 commenti:

  1. La vedo come te sull'ultimo punto trattato... ora escono fuori le magagne politiche.
    Quanto ai moscerini... immagino... bleah! >___<

    Moz-

    RispondiElimina
  2. io questa settimana passo allegramente da un sabato all'altro, senza corse intermedie.

    Per quanto riguarda la politica: viva l'Italia e viva l'Europa sempre. Per me il fronte repubblicano è il sistema democratico stesso, un sistema che sta subendo un attacco duplice esterno (mercati, altre potenze europee che traggono vantaggio da un partner storico come l'Italia) ed interno (I partiti anti-establishment che hanno un idea imprecisa su cosa fare quando saranno al potere).

    RispondiElimina
  3. Quello che sta succedendo in questi giorni è abominevole, a volte mi vergogno di essere italiana.

    RispondiElimina
  4. No i moscerini no che schifo. Complimenti per il chilometraggio!!

    RispondiElimina
  5. I moscerini me li ricordo quando mangiammo sui navigli nel luglio dell'Expo.. una calamità biblica, ma la maggior parte delle persone ci conviveva tranquillamente, sia stranieri che indigeni.. evidentemente con certi aspetti locali o impari ad adeguarti o ti trasferisci... ;)

    RispondiElimina
  6. Ma non ce invidi un po' a noi romani con gli F 35 che sfilano? ;)

    RispondiElimina
  7. Ma credimi Fra, "quelli che hanno votato...", vanno fieri del loro voto e rivoterebbero.
    Anche alla luce di quanto è accaduto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No. C'è tanta gente che ha votato 5stelle, lega o non ha votato "Per dare una lezione a Renzi". Si fottano

      Elimina