Visualizzazioni totali

mercoledì 13 giugno 2018

pioggia

ho trascorso un paio di giorni complessi e anche i prossimi tre non scherzano, ma questa è la situazione e nulla posso farci. ho avuto anche pensieri negativi, ma me li tengo per me. potrei confrontarmi con poche persone, ma ci vorrebbe l'occasione giusta e per adesso non capita. che poi forse non sono neanche così negativi, ma semplicemente razionali. ma la razionalità spesso non si accompagna alla felicità. ma questa mattina avevo voglia di correre, visto che era da tre giorni che non lo facevo. ho messo la sveglia presto, ma mi sono svegliato ancor più presto, tipo alle sei, che per adesso dormo male soprattutto in settimana. mi affaccio dalla finestra e vedo che piove a dirotto. esco, non esco, mi affaccio di nuovo alla finestra e vedo che sta passando una runner con un bel passo per giunta. ecchecazzo esco! ho sempre detto che sulla martesana corre sempre qualcuno ma questa mattina i qualcuno era ben pochi. solo gente con le palle: quello forte che corre col busto in avanti che non si può vedere, il mio amico RM (che avrebbe fatto 13 e rotti km), la runner che avevo visto dalla finestra (che mi ha salutato), molto dopo un ragazzetto che andava fortissimo. appena 4. nel mentre io sono riuscito a fare 9 km in poco più di 52', a 5'48" al km. obiettivo minimo raggiunto, non è poco con la pioggia che veniva giù. adesso ha smesso, ma non importa, l'importante è andare avanti. anche se mi piacerebbe tanto, tantissimo, tornare indietro a volte.

7 commenti:

  1. Che la razionalità spesso non si accompagni alla felicità è fin troppo vero. Bisogna capire, a volte, se vale la pena essere razionali o felici.

    RispondiElimina
  2. Eh, tornare indietro non si può, ma già il fatto che prima pioveva e poi ha smesso... dovrebbe farci capire che tutto passa e migliora :)

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Anche a me piacerebbe tornare indietro.
    Potrei indicarti giorno e ora.

    RispondiElimina
  4. Da una poco razionale, anzi quasi mai...meglio qualche attimo di felicità che la lucidità di pensiero...

    RispondiElimina
  5. Sono una impulsiva estrema che ha imparato ad essere estremamente razionale e ho sposato uno più razionale di me. Non trovo contraddizione tra razionalità e lato emotivo e non penso nemmeno che l'una corrisponda a felicità e l'altra no. Tutto dipende da come uno si rapporta agli eventi, no?
    Mi colpisce invece l'uso delle avversative che hai fatto in questo post...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché essere lineari richiede sforzi e non è semplice

      E a volte vorrei ben altro per me ma so che non è (più) possibile

      Elimina