Visualizzazioni totali

giovedì 14 giugno 2018

post non podistico

in questi 4 giorni sono stato ben poco in casa. già era previsto di stare parecchio in giro, poi lunedi sera ho avuto la bella idea di entrare in 40 cm di corso d'acqua per imboccare la tangenziale di torino credendo di passare e così non è stato, morale della favola auto bloccata e intervento del carro attrezzi, auto sostitutiva il giorno dopo, cazzi e mazzi. qualcuna penso però di averla azzeccata ed anche un pò di più di qualcuna, ma la cosa conta sempre molto relativamente. mia figlia si è lasciata col ragazzo e viceversa. l'ho saputa in tempo reale e grazie al fatto che ero in piemonte ieri sera siamo andati a cena assieme. non siamo andati in un posto del cazzo, su sua richiesta, e a me sta bene così, il papà non ha problemi a tirar fuori la carta di credito per mia e sua fortuna. abbiamo avuto un bel confronto. credo di aver affrontato la situazione nel modo giusto e dandogli il giusto peso, nè troppo nè troppo poco. l'ho ascoltata, non le ho chiesto come si sente e peraltro non è neanche quello il punto, soprattutto a quell'età. e alla fine le ho detto cosa potrebbe succedere da qui in avanti, con riferimento al suo rapporto con gli uomini. poi, per acquistare la sua fiducia, ho fatto confronti con situazioni della mia vita, a cominciare da quello che è successo con sua mamma. lei si è aperta tantissimo, ma veramente tanto, tenendo conto che sono suo padre. anche se, va detto, ho scoperto che sua mamma non le ha detto cose diverse da me. probabilmente io e sua mamma andremmo più d'accordo oggi di un tempo, nel senso che abbiamo (oggi) carattere più simile di un tempo. quando un figlio si apre tanto con un genitore significa che il genitore le ha azzeccate. nel mio caso, le ha azzeccate tante e non era facile azzeccarle. di questo sono contento. vengo ripagato di ciò che mi è stato tolto. anche se non è stato gratuito. io mi sono impegnato per far sì che le cose accadessero in questo modo.  e ho anche rinunciato soprattutto nel rapporto con le donne dopo sua mamma. ma non ne sono pentito e peraltro a consuntivo credo che siano loro ad aver perso di più rispetto a me. domani vedrò di nuovo mia figlia, per la terza volta questa settimana. dobbiamo organizzarci per la nostra vacanza estiva. ci sono tutte le premesse perchè siano vacanze alla grandissima, questa volta non per merito della carta di credito ma del conto corrente. oggi mi è stato chiesto se ero triste. no, non lo sono per niente. mi girano le scatole per il tempo che passa, per certe cose che vorrei fossero andate diversamente. oppure che vorrei diverse per me e per altri. ma la vita non è un pranzo di gala, questo era il senso del mio post precedente. poi sì, mi piacerebbe talvolta discutere con qualcuno dei cazzi miei non solo qui sul mio diario ma anche nella vita di tutti i giorni. ognuno di voi è libero di definire questa assenza come meglio crede. buona notte a tutte e tutti, globalmente.

6 commenti:

  1. Sai cosa Fra, anche a me ogni tanto piacerebbe discutere dei cazzi miei con qualcuno oltre che sul blog anche nella vita vera. Quindi ti comprendo.
    Mi dispiace che tua figlia si sia lasciata col ragazzo, ma sono felice di leggere che abbiate un rapporto di questo genere. Penso sia estremamente raro e questo è certamente merito di voi tutti, persino di tua moglie.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Sei forte! Quando parli (almeno così l'ho sentito io) dai sicurezza al tuo interlocutore :) Perchè che ti stia dicendo cose o avversando in una disputa, l'altro sa che tu ascolti. E poi rispondi.

    RispondiElimina
  3. Forse ti manca un buon amico. Io ci spero di fare un buon lavoro con i figli. Noi ci proviamo, speriamo basti. Chi vivrà vedrà

    RispondiElimina
  4. Anche a me manca qualcuna/qualcuno con cui parlare veramente. Non sopperisco neanche con il blog a questa mancanza, ma io sono un po' scontrosa e questo si sa.

    RispondiElimina
  5. Devi essere un padre fantastico! Ne sono convinta!

    RispondiElimina
  6. E bravo Fra...
    Comunque ho agito, riguardo a ciò di cui si cianciava via mail.

    RispondiElimina