Visualizzazioni totali

mercoledì 18 luglio 2018

il lago, i nuovi inquilini, i preparativi per la tapasciata

oggi ero al lago, praticamente nello stesso posto in cui due anni fa di questi tempi ho bevuto uno sbagliato in compagnia di una donna bellissima. addirittura credo di avere parcheggiato l'auto nello stesso posto di allora, se c'è disallineamento sarà di cinque metri. fu una gran serata, che si pensava irripetibile. in realtà fu ripetuta, ma il punto non è quello. il punto è che le cose belle non riesci a togliertele dalla testa, anche volendo.
stasera esco da casa verso le 20.30, poi dirò il perchè. entra nell'androne un bel ragazzo, sui 30 anni, con roba da e per la casa: uno stendibiancheria, degli stracci, dei detersivi. lo aiuto tenendogli la porta. subito dopo nel vialetto incrocio una ragazza, bionda e decisamente carina. dirò di più, con delle gran belle tette. in mano una scopa e altre cose sempre per pulire la casa. faccio 1+1, sono nuovi inquilini, quasi sicuramente in affitto con contratto di locazione decorrente dal 1° luglio. ci scommetterei, neo conviventi e forse alla loro prima convivenza. le ho sorriso, ma non volevo fare il broccolone, ero semplicemente intenerito. mi ha sorriso anche lei. ben arrivati ragazzi.
sono uscito perchè avevo la riunione col gruppo podistico, dovevamo distribuire i compiti per la tapasciata serale che organizziamo venerdi sera. io farò la bandierina in un punto un pò cazzuto e che forse meriterebbe una bandierina in più, ma abbastanza all'inizio; vuol dire che mi leverò dalle balle abbastanza presto. poi, se tanto mi dà tanto, dopo birra a gògò. era anche il compleanno di uno dei nostri. che ha mille problemi fisici, ma mica solo legati alla corsa. no, dovuti al fatto che fa l'operaio e sposta merce che pesa decine e decine di chili. che, come direbbe mio padre, quello è un lavoro, mica come quello che faccio io o la maggior parte di voi che mi leggete. morale della favola, due ernie.
vaffanculo, anche se vado via due giorni io domattina vado a correre.

5 commenti:

  1. E' vero che le cose belle si scordano a fatica. E meno male. Meno male che ci restano in testa.

    RispondiElimina
  2. Bellissima la scena dei due nuovi inquilini. Tenerezza che non hai saputo celare nemmeno tu, dal cuore duro :D

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Però, che animo da portinaia.
    ;)

    RispondiElimina
  4. A me piacciono i laghi, perchè sono nata sul mare e il lago mi evoca sempre qualcosa di antico, di ctonio. Poi essendo giardicola invidio la vegetazione che cresce nelle zone dei laghi, dove notoriamente la terra è acida.

    RispondiElimina
  5. Mi hai fatto pensare alla nostra prima casa, 70 mq in affitto in un residence con piscina. La casa era arredata, avevamo comprato solo cose tipo lo stendibiancheria, piatti, bicchieri, pentole e roba del genere. Molte di queste cose le ho ancora, i piatti sono quelli che utilizzo tutti i giorni, anche se nel frattempo mi hanno regalato anche i servizi belli :D

    Sembra passata una vita, mamma mia, eppure avevo 24 anni (e oggi ne ho 32).

    RispondiElimina