Visualizzazioni totali

mercoledì 10 ottobre 2018

oltre il lambro, oltre il lambro! (e pace è stata fatta)

oggi è l'unico giorno della settimana in cui lavoro a milano. nonostante ciò mi sono fatto un discreto culo ma ammetto di essere uscito abbastanza presto dall'ufficio, direi intorno alle 17.30. non correvo da lunedi mattina, sette km di scarico dopo la tapasciata di domenica. ero armato delle migliori intenzioni, ovvero fare tanti km e con un buon tempo. però ero stanco, cioè sapevo di essere stanco prima ancora di iniziare a correre. aggiungici poi che in questi giorni fa caldo, con temperature pomeridiane regolarmente sopra i 20 gradi (garmin connect dice che ho corso con 22 gradi), ed il cerchio si chiude. comunque alle 18.15 ero già in brachette e maglietta della mezza di seregno del 2016, pronto per asfaltare la martesana. ero però conscio che per fare strada dovevo allungare il percorso. da casa mia al lambro sono poco meno di 5 km. però ci sono due fastidi, soprattutto nelle uscite serali: passare via adriano, dove se non becchi il semaforo verde o ti fermi o passi in mezzo alle macchine a tuo rischio e pericolo, e i 500 metri di via padova fino a via idro in cui respiri gas di scarico. e così è stato regolarmente. ma al lambro ci sono arrivato e ho deciso di andare oltre. che non so da quanto tempo non capitava. per forza, questa estate non è che abbia superato i 10 km tante volte e se l'ho fatto l'ho fatto nelle tapasciate domenicali. non è che lo abbia superato di tanto. alla fine ho passato il cartello di vimodrone e dopo poco più di 6 km sono tornato indietro. due rallentamenti a/r quando ho tagliato via milano nel brevissimo tratto di cologno e a quel punto ho puntato al rientro. fino all'ottavo abbastanza bene, poi il nono fatto un pò a cazzo, poi un pò mi sono ripreso ma sentendo la fatica. ma a quel punto non volevo mancare l'obiettivo dei 13 km. che ho raggiunto facendo il solito percorso a criceto alla cassina de 'pomm (ed in cui ho perso di brutto ovviamente). alla fine i miei 13 km li ho fatti stringendo i denti ma con un tempo ridicolo, 1h16'18", 5'52" al km. dopo essermi dissetato al torello verde mi sono seduto morto su una panchina. ma morto veramente. avrò impiegato 5 minuti a riprendermi. dopodichè 350 mt. di defaticamento verso casa. lo so, fare strada durante la settimana è complicato e mal si concilia col lavoro. a dieci ci arrivi, ma da lì in poi (come è successo con gli 11 km di mercoledi scorso) fatichi di brutto. vabbè, andrò a dormire bene. forse.
volevo dirvi che ho fatto pace. potevo farne una questione di principio, ne avevo tutti i diritti, ma nella vita con le questioni di principio non si va da nessuna parte. sanamente realista, come mio solito. buona notte a tutte e tutti. o buon giorno per domani.

7 commenti:

  1. Io domenica ho "corso" 5Km e mi sono sentita un power ranger (anche se in power ranger ci si trasforma in inverno con i pantaloni attillati) poi non ho più avuto una sera libera (mai a casa prima delle 23). Punto tutto su domani.

    RispondiElimina
  2. Con le questioni di principio non si va mai da nessuna parte.
    A volte, anche quando pensiamo di avere ragione, dobbiamo un po' cedere il passo. Se ci si tiene, ovviamente.

    RispondiElimina
  3. Hai fatto bene a far pace, perché spesso tendere una mano è l'unico modo per andare avanti senza rovinare tutto...

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Non so con chi avessi litigato però quando leggo la semplicità con cui tutti fanno pace dopo le liti mi dico sempre la stessa cosa "Dio tutto il rancore del mondo lo ha dato a me" xD

    RispondiElimina
  5. Ragazzo saggio! Chissà che bei colori sulla Martesana!

    RispondiElimina
  6. Ogni tanto litigare fa bene, forse. Il problema è che a volte si rischia di rendere la questione qualcosa di più grande di quello che era in partenza, e non sempre si è capaci di sapersi scusare. Da quando ho capito tutto questo, ho iniziato ad evitare anche i litigi. Forse, ho iniziato ad evitare proprio tutto.

    RispondiElimina
  7. "Con le questioni di principio non si va da nessuna parte"
    Sì, negli ultimi tempi me ne ero resa conto anch'io.

    RispondiElimina