Visualizzazioni totali

sabato 21 marzo 2020

silenzio/3

anche oggi l'ecatombe dei morti, anche oggi una ecatombe particolarmente lombarda. quasi 800 morti in italia, più di 600 nella sola lombardia. era un pò di giorni che non si leggevano novità sulla "contabilità dei morti", stasera si è avuto conferma che anziani e "fragili" (che espressione strana vero?) rappresentano la quasi totalità dei decessi. appare sempre più chiaro che questa specificità lombarda deve avere qualche spiegazione. si muore anche altrove, ma (fortunatamente) nel centro sud non pare ci siano sfracelli, almeno per il momento. ci sono tante teorie a proposito, ma se virologi e scienziati non sono concordi cosa altro possiamo aggiungere noi? come tutti proseguo nel mio auto isolamento. solo soletto in poco più di 50 mq. oggi sono uscito perchè dovevo per forza andare in farmacia e ne ho approfittato per andare in panetteria. evito di raccontarvi come è stato, martedi scorso, fare la spesa. evito perchè se la facessi oggi la spesa sarebbe decisamente peggio dei 75 minuti di coda fatti alle 8 del mattino quattro giorni fa. per adesso si parla di 2, anche 3 ore di coda. tutti insieme appassionatamente, nel senso che il famoso discorso del rispetto delle distanze è decisamente opinabile. altro che additare i runner come i diffusori del covid 19. essendo solo posso andare avanti tranquillamente fino a giovedi, forse anche venerdi prossimo. nel frattempo sono venuto a conoscenza di ipotesi alternative che potrebbero avere un senso: un piccolo carrefour che mi dicono essere non particolarmente battuto, una macelleria, un fruttivendolo e due panetterie a circa 300/500 metri da casa mia. una cosa è certa, col cazzo che faccio tre ore di coda al supermercato. da quattro giorni ho iniziato a fare ginnastica, attrezzi e plank in casa. prima 20 minuti, poi 30, 35 e questa mattina 40. l'obiettivo è arrivare ad un'ora. ho le scapole che mi tirano un pò ma penso che andare avanti sia la cosa giusta. del lavoro non parlo: come dice un mio amico, portiamo a casa la pellaccia, poi si vedrà. 

9 commenti:

  1. Ecco qui la situazione è decisamente diversa. Niente code al supermercato e niente carenza di prodotti. Il veneto seppur colpito non è ai livelli della Lombardia. Stringiamo i denti, incrociamo le dita e guardiamo avanti. Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Qua ci sono le code perchè c'è gente, lo so per certo, che va al supermercato con la stessa frequenza di prima.

    RispondiElimina
  3. Hanno ridotto gli orari, l'affluenza é quella che é, in più si aggiunge la psicosi dal "resteremo senza cibo" (qui si iniziano a vedere i primi supermercati praticamente vuoti), quindi é il panico :(

    RispondiElimina
  4. Ciao Francesco, I dolori muscolari, che soffro anche io, in questi momenti sopportiamo con gioia.
    Forza e coraggio, dicevano un tempo, il nemico è invisibile ma possiamo e dobbiamo vincere. Non sono un nostalgico del braccio teso,anzi, ma il "Vinceremo" è d'obbligo.
    Ciao fulvio

    RispondiElimina
  5. Ciao Francesco, è vero l'isolamento sociale, più dura più sembra aumentare l'effetto di depressione ed ansia, ed è normale in questo momento profondamente critico. Al Sud ci sono meno casi, è vero ma il contagio è anche iniziato più tardi nel tempo, per cui il virus ha avuto meno tempo di diffondersi, . . . Mi auguro che lì non riesca a farlo ma al sud lo hanno portato quelle teste di cavolo che, quando già in Lombardia era chiaro il pericolo sono pertiti per il SUd .... Purtroppo ci sono sempre cretini che non rispettano nessuna tipologia di ordine e disposizione nemmeno quando ne va della loro vita e di quella di altri. Forza e coraggio che tutti uniti possiamo farcela. un abbraccio e serena domenica, per quanto possibile in questi momenti

    RispondiElimina
  6. Conosco persone che vanno tutti i giorni a fare la spesa, anche più volte. A me dà anche fastidio la lentezza con cui fanno la spesa e le idee poco chiare. Cazzo, scrivitelo. Non è il momento giusto di perdere tempo tra gli scaffali. Comunque, hai provato ad andare a fare la spesa verso ora di pranzo? Secondo me c'è meno gente.

    RispondiElimina
  7. Noi facciamo la spesa solo una volta alla settimana, di solito ci va Fred. Stamattina ha fatto un bel po' di coda ma le distanze sono state rispettate e l'entrata era regolata da un addetto ai lavori.
    Come te faccio esercizio in casa. Ovviamente non sono brava come certamente sarai tu, però non mollo, l'attività fisica ci serve.
    Un caro abbraccio.

    RispondiElimina
  8. Io non sono ancora riuscito ad iniziare attività fisica in casa... faccio davvero difficoltà.
    Il lavoro veramente è un argomento a cui è meglio non pensare. Temo tempi molti duri.

    RispondiElimina
  9. Ho evitato di andare all'Esselunga di via Adriano perché le code sono infinite. Va molto meglio alla Coop, al Conad e al Lidl, per le code voglio dire. Anch'io faccio ginnastica, in giardino.

    RispondiElimina