Visualizzazioni totali

mercoledì 20 maggio 2020

fuori dal silenzio/4 (that two balls)

in almeno un post, ma potrebbero essere anche due, avevo scritto che trovavo strano il mio capo. durante la quarantena ma anche e soprattutto al primo giorno di ripresa lavorativa. oggi sono andato fuori regione, per fare un appuntamento difficile. finito il quale l'ho chiamato, il mio capo. anche lì risposte vaghe. sono andato poi in ufficio, ho parlato con un collega, dopo di che me ne sono andato a casa, che per sentire la solita conference su zoom si poteva fare pure tra le mura domestiche.
verso le 18.25 sono andato a correre nonostante la pioggia (per la cronaca, 10 km a 5'53" al km). al rientro vedo una chiamata del mio capo, di pochi minuti prima. lo chiamo, non mi risponde, mi richiama. "da domani faccio altro in azienda". e mi spiega cosa anche se francamente ho fatto fatica a capirlo. non mi sembra certo una promozione. ok, al tuo posto? mi dice chi è. una bella merda, aggiungo. il peggiore dei capi possibili. e non è neanche per lui in sè, che probabilmente ho avuto capi peggiori in passato. no, è che si tratta della persona sbagliata in un posto delicato come può essere il nord italia del post coronavirus. ma voglio andare oltre: le aziende sono libere di scegliere e di sbagliare. è che a me gira vorticosamente il cazzo, a quasi 54 anni, di dovermi sempre mettere in discussione. in questi due anni, pur faticando, avevo trovato una comfort zone non nel senso opportunistico del termine. che di lavorare l'ho sempre fatto. ma certamente oggi come oggi mi andava di farlo con equilibrio e "normalità". a 'sto giro mi sa che salto, lo dico senza esitazioni. è vero, non sto sul cazzo. è vero, per mandarmi devono darmi un bel pò di soldi (ma sarà ancora così in epoca post covid?). è vero tutto ciò ed anche altro. ma all'orizzonte vedo solo nubi poco incoraggianti. domani almeno mi evito il passaggio di consegne che sono fuori regione, fortunatamente. ma tanto è solo rinviato di poco, che credete.

7 commenti:

  1. Va beh, notizia pesante, stai in guardia ma non pensare per forza al peggio.

    RispondiElimina
  2. Avere un pessimo capo credo sia una delle cose peggiori che possa capitare

    RispondiElimina
  3. Ecco perché era strano, sapeva che lo avrebbero sostituito.
    Fra, speriamo bene. Speriamo in meglio, dai.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Ma chissà, magari per te significano nuove opportunità o paradossalmente meno rotture di palle.
    Un pessimo capo è un'ottima figura a cui addossare ogni sbaglio:)

    Moz-

    RispondiElimina
  5. Magari non significa necessariamente che sia un cambiamento in negativo. Comunque è certo che , avere un pessimo capo, non è una bella cosa. Forza ! Buon sabato.

    RispondiElimina
  6. Brutte situazioni, dove lavoravo io il figlio è succeduto al padre nella direzione aziendale, con risultati a dir poco raccapriccianti, sia da un punto di vista umano, che da un punto di vista economico… coraggio !

    RispondiElimina
  7. una "bella merda" come capo non l'ho mai avuta.
    quando il capo ero io credo di essere stato uno stronzo profumato :)
    ciao

    RispondiElimina