Visualizzazioni totali

domenica 13 settembre 2020

notte in pista, PB sui 10 km

dopo essere stato via per lavoro due giorni e mezzo ed essere rientrato alla base sabato all'ora di pranzo, ieri sera c'è stato praticamente il debutto in pista nella mia vita, sicuramente se pensiamo al concetto di "gara". ma gara non era, ma semplicemente l'idea di un gruppo amico della nostra zona che con il solito ottimo dispiego di forze organizzative ha messo in piedi una 12 ore notturna nello stadio comunale dotato di pista di atletica. ogni squadra invitata doveva portare atleti in grado di gareggiare almeno un'ora. naturalmente c'era l'aspetto ludico, con tanto di griglia per fare la carne e bottiglie a tutto andare. io ho corso relativamente presto, ovvero alle ore 23. correre in pista sicuramente è più facile rispetto alla strada, se poi la pista è ottima come quella di ieri sera risulta ancora più facile. questo avrebbe potuto significare andare bene, nonostante il caldo un pò oltre righe per essere in una serata di metà settembre. le gambe me le sentivo bene, così come lo stato di forma complessivo. a parte il primo km dove come al solito vado un pò a razzo, tengo un andamento costante. di grande aiuto l'incitamento dei compagni. alcuni di loro si mettono a correre un giro di pista accanto a me. il gps mi vede andare poco oltre i 5' al km. quando supero l'ottavo km sento che è possibile superare il mio PB sulla distanza dei 10 km, che resiste dal 2015 ed è il più antico dei miei "record". siamo lì, ma veramente lì. faccio il nono km a 5'03" e a questo punto sento che è fatta. quando arrivo al decimo km non posso bloccare il gps perchè devo arrivare all'ora di corsa, ma so di avere raggiunto il risultato. a quel punto mollo un pò, perchè sono stanco. chiudo la mia ora di corsa, che poi sono 59'41", avendo percorso 11,55 km, a 5'10". solo quando arrivo a casa però posso capire se è stato record sui 10 km. e così è, avendoli fatti in 51'21", a 5'08" al km, praticamente una trentina di secondi in meno della mia migliore precedente prestazione. certo, la pista aiuta. secondo me "regala" 10" al km, non meno. ma le gambe bisogna comunque metterle, senza se e senza ma. dopo la corsa sono stato con gli altri fin oltre le due, poi sono dovuto andare via che oggi avrei da fare una roba per il lavoro, di cui non ho nessuna voglia. ma trattasi di dura realtà, e bisogna fare di conto. buon proseguimento di domenica a tutte e tutti.

6 commenti:

  1. Che cosa strana fare una specie di gara notturna, non ne avevo mai sentito parlare :)

    RispondiElimina
  2. Ti manca, forse, solo la corsa quella che organizzano la mattina presto..

    RispondiElimina
  3. Sarai pure partito a razzo, però sei arrivato bene. E lo sappiamo tutti come si rischia di arrivare quando si parte a razzo.

    RispondiElimina
  4. Bravo, bravo Francesco !!! Deve essere stato bello correre in notturna, quando fa meno caldo, e poi c'era anche l'aspetto ludico. Ciao

    RispondiElimina