Visualizzazioni totali

martedì 12 gennaio 2021

12 gennaio

avevo iniziato un post la settimana scorsa (credo giovedi sera) ma giunto quasi alla fine l'avevo cestinato. non mi piaceva, non mi apparteneva, diceva troppo e nel contempo troppo poco. ho fatto bene, già questo blog è quel che è, se ci metto anche i post "ad minchiam" veramente tanto vale chiuderlo questo spazio e non se ne parli più. c'è da dire che sono giorni molto impegnativi questi ma - lo dico a bassissima voce - anche belli. dicendo "belli" mi rendo conto che esagero, ma siamo tutti talmente immersi in questo periodo di merda che anche poche cose positive è giusto evidenziarle. innanzi tutto mio papà, che da almeno 36 ore sta "meglio". chiaro, non voglio illudermi, ma forse la cura farmacologica prescritta una settimana fa inizia a fare effetto. vederlo ieri a pranzo guardare la televisione, chiedermi se era l'inter quella che stava passando sullo schermo, vederlo rimettere l'apparecchio acustico per cercare di essere più presente in ciò che lo circonda, beh questa è una gioia. poi magari stasera torneremo nel girone infernale che ci ha segnato in queste settimane, ma per adesso permettetemi di godermi la situazione. poi c'è anche un'altra cosa: sto iniziando a frequentarmi con una. è stata un cosa progressiva, lenta, molto lenta e dove per lo meno io avevo forti dubbi. poi è successo qualcosa a dicembre che ci ha avvicinato e oggi mi trovo qui a parlarne. al momento, ribadisco, è una frequentazione, che i problemi di entrambi e le zone nelle sue diverse espressioni cromatiche rendono un tantinello complessa la cosa. ma quando ti trovi a stare 2h46' al telefono qualcosa significa. a maggior ragione se decido di scriverlo qui. ieri sera sono andato a correre ed era 4 giorni che non succedeva. per dire, dal post lockdown dei primi di maggio non era mai capitato che facessi un weekend senza correre. complice il freddo, il riposo forzato o semplicemente la voglia di scaricare ieri sera ho fatto 10 km di qualche secondo sotto i 54', a 5'23" al km. tanta roba, così tanta che alla fine mi veniva quasi da vomitare per lo sforzo profuso. il prossimo slot per correre l'avrò giovedi mattina che sono via per lavoro, sperando che il freddo di questi giorni cessi almeno un pò. un saluto ed un abbraccio a tutte e tutti.

12 commenti:

  1. Sono contenta che tuo padre stia meglio e ti auguro che possa migliorare ancora ed ancora. A volte anche le più brutte malattie possono fare alcune sorprese positive. Nel momento che stiamo vivendo, ogni piccola cosa positiva è da registrare e considerare, visto che quelle grandi sono improponibili, almeno al momento. Anche io faccio come fai tu, mi rifugio nei piccoli messaggi positivi. Un saluto e buona nuova settimana

    RispondiElimina
  2. Ci sono , quindi, dei segnali positivi, in tutto questo cambiare di colore continuo. Ti auguro che continui così . Buona settimana !
    P.S: Ma come fai a correre con tutto questo freddo ?!!

    RispondiElimina
  3. Che bello! Qualche buona notizia!! Bisogna sempre concentrarsi su quelle, anche se tu sei scettico. Io non corro da più di una settimana. Ho una tendinite, l'ho ignorata per un po' ma ora devo stare ferma perchè sembra non passare. Qui la mattina siamo arrivati a -13 e durante il giorno difficilmente superiamo lo zero, quindi ecco, non mi dispiace nemmeno tanto avere la scusa per non andare a correre

    RispondiElimina
  4. Bene, felicissima di sentire che tuo padre nelle ultime ore è stato meglio :) felice anche per te, che immagino la preoccupazione e il batticuore.
    E felice anche per il resto che hai scritto, la frequentazione. Lo sai, io incrocio le dita e faccio il tifo per te, affinché tu sia sereno.
    Buon martedì.

    RispondiElimina
  5. Fai bene a cogliere i lati positivi della vita in qualunque forma si pongono, felice per tuo padre.

    RispondiElimina
  6. Fai bene a scrivere di tuo padre, di casa, di come ricorri, di chi frequenti.. la vita scorre portandosi dietro il buono e il cattivo, il brutto e il bello.. ma anche il blog, che pure rimane diario minimo, ti permette di trascriverlo e quasi assaporarlo quel tempo, w mettere in fila buone sensazioni.. ora comincio a correre anche io, piccoli passi.. progetti ambiziosi..

    RispondiElimina
  7. Ma che bel post positivo. Sono contenta per te. Ciao, France'.

    RispondiElimina
  8. Fortunatamente ci sono sempre delle note positive anche nei periodi più neri... e forse nei periodi neri quelle note le apprezziamo ancora di più.

    RispondiElimina
  9. Buon pomeriggio Francesco.
    Grazie del pensiero che mi hai lasciato nel blog . Certo fra tante negatività' in generale , si affaccerà sempre la positività in ogni ambito di vita .

    Buon Anno, un saluto.

    Rosy

    RispondiElimina
  10. Beh Fra, spero che le buone notizie aumentino ancora e ancora...

    RispondiElimina
  11. Ciao Francesco.
    Che bello leggere, dopo un mese che mancavo, queste due belle notizie. Spero che in questi tre giorni sia andato tutto ancora meglio, soprattutto per tuo padre, davvero. Ti abbraccio :-*

    RispondiElimina