Visualizzazioni totali

domenica 28 luglio 2019

tapasciata del mio gruppo, tapasciata collinare in brianza. dopodichè il blog va in pausa

interessante settimana runneristica questa. nei giorni scorsi ho corso tre volte, anche senza fare grandissime distanze, ma soprattutto a metà settimana circa c'è stata la tapasciata estiva serale organizzata dalla mia squadra, che è andata molto bene sia a livello organizzativo che di incassi, tra introiti da riconoscimenti e stand alimentare (birre e salamelle vendute a gogò). io mi sono fatto un mazzo notevole paragonabile ad una seduta di un'ora in palestra alla panca, tante sono le cose che ho caricato e scaricato, senza dimenticare il mio turno da bandierina ad un incrocio vicino al centro sportivo. ormai faccio la bandierina con autorevolezza, una sorta di vigile urbano senza divisa. sono stato massacrato dalle zanzare, ma ormai pare una costante di questa estate un pò ovunque. 
per ieri sera/questa mattina era previsto che giove pluvio scatenasse le sue ire in lombardia. ieri sera ero a cena con amici tra cui era presente una mia amica runner. nei giorni scorsi c'eravamo interrogati sul dove andare a correre questa domenica. il mio gruppo andava in culonia tra la provincia di milano e quella di cremona (peraltro con formazione organizzata all'ultimo momento che però è andata a classifica), la mia amica voleva andare a fare un collinare in brianza, nel mentre proprio ieri sera a cena è arrivato un invito sempre per un collinare ma in un altro pezzo di brianza. alla fine decidiamo di puntare la sveglia alle 6.30, di guardare fuori dalla finestra e decidere se andare oppure farsi un lungo sulla martesana. alle 6.30 al suono della sveglia (con neanche 5 ore di sonno alle spalle) mi alzo e constato come sia nuvoloso ma senza che cada la pioggia. allora si va, dico. colazione modesta ma mi porto dietro mezza barretta energetica. raccatto la mia amica e procediamo per la nuova valassina. siamo abbastanza in anticipo, ma a costa lambro (questo il nome della località di cui ignoravo l'esistenza) c'è un evidente problema di parcheggio, tanto che metto l'audi in un prato in pendenza, domandandomi come farò ad uscire da lì dopo (e infatti non sarà semplice). partiamo cinque minuti prima delle 8, non fa particolarmente caldo (24 gradi dice connect) e si inizia questa tapasciata che è un continuo costeggiare, in un senso e nell'altro, il fiume lambro (quello da me citato nei miei post sulle corse sulla martesana). e nel costeggiarlo è anche un continuo andare in salita e discesa, quasi sempre nei boschi. parto abbastanza veloce, ma tra il quarto ed il quinto km trovo la prima salita impegnativa, che riesco a fare quasi tutta correndo. utilizzo le discese per rifiatare più che per recuperare ritmo, anche perchè bisogna stare molto attenti a dove si mettono in piedi che è un attimo scapicollarsi e farsi veramente male. fino al nono vado abbastanza bene, decido - come da programma - di deviare per il percorso 17/22 km. al tredicesimo però incontro una nuova salita impegnativa, che si fa più camminando che correndo. scollinando però mi viene un pò di brio, che viene ad esaurirsi quando incontro, dopo il quindicesimo km, un vero e proprio muro. e lì tutti ma proprio tutti hanno camminato da quello che mi risulta. dico solo che quel km l'ho fatto in 8 minuti e mezzo, giusto per farvi capire di che cosa si sia trattato. usciti dal bosco l'arrivo era in vista. la 17 km non è (fortunatamente!) una 17 km ma una 16,32 km, fatti in 1h43'51", a 6'22" al km. tempo ridicolo ma neanche tanto, che non so quante volte abbia fatto più di 16 km a fine luglio nella mia storia di runner. sicuramente un allenamento tosto, che potrei e dovrei capitalizzare più avanti. d'altronde i runner brianzoli, come quelli bergamaschi, sono bravi proprio perchè corrono e si allenano in scenari del genere. non hanno neanche bisogno di fare le ripetute per andare forte!
detto ciò, come capita in questo periodo metto il blog in pausa. in realtà avviene un pò prima del solito, visto che le ferie e le vacanze sono prossime ma non così prossime. ma di voglia di scrivere ne ho sempre meno. l'ho già detto, la tentazione di chiuderlo il blog è forte. e d'altronde non ci sarà da raccontare di gare per un bel pò, per cui..... un abbraccio globale a tutte e tutti, e buon proseguimento di domenica!

20 commenti:

  1. Ma tu correrai anche in ferie, vero?

    RispondiElimina
  2. Povera audi abbandonata così. Io avrei corso con quel pensiero tutto il tempo :D
    Il blog va in pausa, ok. Dunque buona pausa, ci mancherai.

    RispondiElimina
  3. Per l'amor di Dio non ti far venire i mente di chiudere il blog...fai le tue vacanze , prendi il tuo riposo, ricaricati e..andiamo a correre..
    Divertiti anche per me..bacione

    RispondiElimina
  4. Ciao, buona pausa. Da quanti anni hai un blog?

    RispondiElimina
  5. che poi dovrei aprire un blog dedicato ai miei sogni.

    questa notte ho sognato un vecchio AD della capogruppo dimissionario nel 2014 o 2015 che dice a un non so ben precisato dirigente attuale - con me presente - che nell'aprile 2020 verranno decisi degli esuberi con applicazione nel successivo mese di giugno e che ad essere colpiti saranno persone inutili e poco rappresentative. nel mentre un altro dirigente mi chiede che cosa siano quelle coppe vicino a me e io gli rispondo che sono premiazioni per i nostri clienti migliori.

    altro sogno, sono in una birreria e c'è un cameriere raffreddato che prende un fazzoletto e lo bagna nelle birre dei clienti, compresa la mia, e se lo mette nel naso. quando protesto con lo stesso cameriere e col titolare tutti si mettono a ridere

    trascrivo questi sogni a futura memoria :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che roba Fra :D
      Dovresti scriverli tutti su un diario e ogni tanto rileggerli.

      Elimina
  6. tapasciata: un termine che non conoscevo. ciao

    RispondiElimina
  7. Perchè vorresti chiudere il blog ?! Adesso fai pausa, poi, quando ti sentirai di nuovo, tornerai. Buone vacanze e un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in questo blog ho raccontato spesso i cazzi miei magari di natura lavorative e/o molto personali (sempre meno in verità) assieme al running, cosa che mi ha obbligato a rendere il diario anonimo e questa cosa inizia ad infastidirmi

      Elimina
  8. Io volevo venire alla tapasciata, ma nel mio fare una mazza e sentirmi inutile, settimana scorsa c era il mio capo che mi ha spiegato cose. Quindi niente.
    Però sia messo agli atti che avevo messo le cose in macchina.
    E nn chiudere il blog dai.

    RispondiElimina
  9. Blog in pausa e tu in vacanza... raccontaci New York!!!

    RispondiElimina
  10. Allora buona Sgamelaa !! Verrò a leggere come è andata. Ciao

    RispondiElimina
  11. visto che sono un brianzolo/lecchese col Lambro che gli passa in paese, fin dove sei arrivato a correre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tapasciata è partita da costa Lambro per arrivare fin quasi alla stazione di Macherio per tornare indietro

      Elimina
  12. Intanto buone vacanze. e per quanto riguarda il blog sono (quasi) sicuro di leggerti ancora.

    RispondiElimina
  13. Bello anche essere dall'altra parte. Ogni tanto....

    RispondiElimina