Visualizzazioni totali

mercoledì 5 maggio 2021

la settimana dal venerdi al giovedi

che razza di titolo sarà mai questo, mi chiederete? in realtà questo post avrei voluto scriverlo per l'appunto giovedi o venerdi, ma non ne ho avuto tempo. uno dei motivi per cui il mio capo dell'epoca lavorativa migliore della mia vita se ne andò via era l'ansia del management di tracciare, customizzare, reportare, cierremizzare l'attività delle persone. le odiava proprio queste cose. certo, non era un ragazzino e non era particolarmente innovativo. ricordo che quando arrivò da noi, a fine 2007, non voleva il blackberry (all'epoca unico smartphone esistente, che da noi serviva solo per le mail) che già avevamo in dotazione da qualche mese. via lui, qualche anno dopo (ma neanche subito, che della mia attività non fregava un cazzo a nessuno) mi toccò entrare in questo magico mondo ed eccomi costretto a segnare ogni appuntamento in agenda (agenda a sua volte a disposizione di collaboratori, colleghi e superiori), annotare pure quando si stava in ufficio ma soprattutto fare il report settimanale. report che non deve essere nè troppo lungo nè troppo corto, indicare il meno possibile nomi e cognomi ma facendo capire che si tratta di attività reale e non farlocca. infine, per motivi che posso solo intuire, deve fare riferimento ad una settimana che inizia il venerdi e finisce il giovedi. questo report di solito lo faccio al venerdi mattina, ma se so che il venerdi è una giornata piena lo scrivo il giorno prima. non sono mai stato redarguito per il report, sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo. boh, magari i miei colleghi lo fanno peggio. resto dell'idea, come diceva il mio capo di cui sopra, che non serve ad una beata minchia. da un lato perchè sono i risultati che parlano per le persone. ma prima ancora conta la fiducia. e quella te la devi guadagnare, tu azienda, a prescindere da quello che scrivi o fai. un mio vecchio collega mi ha contattato qualche giorno fa. ne sono usciti due appuntamenti, uno martedi della settimana scorsa, uno ieri. mi ha chiesto informazioni riservate, che gli ho dato. un tempo non l'avrei fatto, ma oggi non sono innamorato di ciò che faccio. anzi, non ho proprio stima, ivi comprese le persone con cui lavoro. anche se, occorre essere intellettualmente onesti, vengo trattato molto bene e forse un pò di amore ci vorrebbe. ma i soldi non comprano l'amore. a malapena compri la prestazione. pensate ad una prostituta, tu la paghi e lei viene con te. chiederle trasporto e passione, quello dubito possa esserci. il regno della finzione insomma. mi necessita tornare a correre un pò di più, abbinando la cosa ad una alimentazione migliore. per questo ho corso sia ieri che questa mattina, per questo quando ho visto il mio amico ieri ho bevuto un'aranciata amara anzichè spritz + pizzette e/o salatini. purtroppo, sport o non sport, non posso permettermi di sgarrare e vengo da mesi di alimentazione eccessiva accompagnata da troppo alcool. detto questo, siamo già a metà settimana, may the force be with you.

12 commenti:

  1. Non so bene cosa sia un report ma immagino che sia una cosa noiosa e abbastanza inutile da scrivere !!Quello che conta sono i risultati !! Ciao. Saluti.

    RispondiElimina
  2. Le manie di controllo istituzionalizzate sono la morte nera!

    E comunque adesso ho voglia di spritz e patatine.

    RispondiElimina
  3. Verissimo: i soldi non comprano l'amore, le amicizie e le relazioni genuine.
    Coraggio, migliorare l'alimentazione non è un dramma: te lo dice una che ha fatto del frigo vuoto (per mancanza di tempo) il suo stile di vita.
    Il che mi ricorda che devo fare la spesa.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Franco nell'altra vita quando dovevo scrivere qualcosa sulla settimana o la quindicina mi perdevo un mucchio di tempo
    mi sono accorto poi che non lo leggeva nessuno questo fare due tre fogli e allora iniziai a copiarci una pagina del giornale mai accorto nessuno o almeno non mi hanno mai detto nulla forse sceglievo un articolo del giornale interessante
    buona serata

    RispondiElimina
  5. Anch'io faccio un report, prima settimanale, ora mensile. Tendo a essere discorsiva, quando invece dovrei essere schematica e sintetica.

    RispondiElimina
  6. Io segno cliente e ore, ma solo perchè poi devo preparare la parcella... Non avere stima o essere "felice" di quello che fai è una situazione bruttissima, io per ora lo sono ancora, anche se sono un filino sotto pressione in questo periodo, dovrei tornare a correre, ma ormai la corsa sembra solo un lontano ricordo
    Nia

    RispondiElimina
  7. Sono i risultati che parlano per le persone.
    Sacrosanta verità, peccato che viviamo in una società dove la meritocrazia ha ceduto il posto al leccaculismo, al nepotismo e anche ai report.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  8. per motivi che posso solo intuire, deve fare riferimento ad una settimana che inizia il venerdi e finisce il giovedi.. Io proprio non intuisco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il venerdì è più facile fare attività di ufficio. E a metà pomeriggio essersi già levati dal cazzo

      Elimina
  9. I soldi non comprano l'amore, certo.
    Ma esser trattati bene economicamente dovrebbe fare più piacere di così, secondo me ;)
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. Io devo dimostrare ogni giorno di non rubare, pensa te
    Cosa che mi riesce facilissima, visto che non rubo, ma, dico: pensa te
    😂

    RispondiElimina